Omassini Francesco

Direttore d'orchestra

Francesco Ommassini nasce a Venezia, dove si diploma in Violino e Composizione col massimo dei voti e la lode. Dopo essersi perfezionato nelle accademie Hochschule di Vienna, Chigiana di Siena, Scuola di Fiesole, intraprende la carriera concertistica, esibendosi in prestigiose sale da concerto e Festival internazionali. Dal 1996 è primo violino dei secondi presso l’Orchestra della Fondazione Arena di Verona; in questo ruolo, la collaborazione con grandi maestri stimola il desiderio di affrontare lo studio della Direzione; determinante l’incontro con Donato Renzetti, con il quale si diploma presso l’Accademia Musicale Pescarese. Dal suo debutto nel 2012 a Ferrara con Rigoletto di Verdi, si esibisce sia in campo lirico che sinfonico in importanti teatri e festival. Dal 2014 al 2019 è Direttore Musicale dell’orchestra Regionale del Veneto Filarmonia Veneta.

 

Tra i recenti impegni si segnalano: a Verona, la presenza nel prestigioso cartellone del Settembre dell’Accademia e la Petite messe solennelle di Rossini alla Basilica di San Zeno; una serie di concerti sinfonici all’Olimpico di Vicenza e al Bellini di Catania; un concerto dedicato a Mercadante al San Carlo di Napoli; la conclusione della rassegna Bellini Renaissance con l’orchestra Sinfonica Siciliana; l’inaugurazione al Luglio Musicale Trapanese; la prima esecuzione moderna dell’opera Zenobia in Palmira a Napoli per le celebrazioni dei 200 anni dalla morte di Paisiello (con incisione); al Lirico di Cagliari La Pietra del paragone di Rossini (regia Barberio Corsetti) e Don Pasquale di Donizetti; L’Elisir d’Amore di Donizetti per la Rete Lirica delle Marche; La Traviata di Verdi nei teatri di Ferrara, Treviso, Rovigo e al Seoul Arts Center; Don Checco di De Giosa a Torino per il Regio Opera Festival; al Filarmonico di Verona Il Viaggio a Reims L’Italiana in Algeri di Rossini, Madama Butterfly di Puccini, Così fan tutte di Mozart, RigolettoLa Gioconda di Ponchielli (anche in tournée per OperaLombardia), Le Nozze di Figaro di Mozart.

 

Biografia aggiornata a Febbraio 2023.

ATTENZIONE! CAMBIO ORARIO

SPETTACOLO 7 GIUGNO 2024. 

"La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità" inizierà alle ore 20:30 (anziché alle 21:10).

Accesso consentito entro le 20:10.

Chiudi

Soci Fondatori e Partner

Soci Fondatori

Major Partner Arena di Verona Opera Festival