Leda Lojodice è la prestigiosa interprete della Bambola Meccanica del film di Federico Fellini Il Casanova e cura la coreografia della festa di fidanzamento del film di Roberto Benigni La vita è bella. Formatasi nel doppio linguaggio di danza Accademico-Contemporaneo, interpreta l’originale ruolo della Femme fatale diretta dal famoso cineasta René Clair e dal coreografo Aurel Millos. Danza come prima ballerina i ruoli del repertorio classico ne Il Corsaro, Don Chisciotte, Il Lago dei cigni, Pas de quatre di Anton Dolin, Le Silfidi ed inoltre, diretta da Bronislava Nijiska, interpreta il ruolo principale del balletto Les Biches e, per Serge Lifar, interpreta Lisseion per Dafnis e Cloe, oltre che l’Autunno nel ballabile di Les Vêpres siciliennes di Verdi per la regia di Giuseppe Di Stefano e Maria Callas.

 

Riceve i più alti riconoscimenti, premi e lusinghiere critiche. Balla come prima ballerina con partner dell’Opéra di Parigi ed internazionali. In Italia e all’estero è ospite dei massimi teatri lirici danzando i ballabili delle opere liriche di Verdi, Bizet, Gounod, Rossini, Massenet, Ponchielli; dal 1984, degli stessi autori, coreografa i divertissements. A partire dal 1992, con Semiramide al Festival Rossini di Pesaro, crea le azioni mimiche per il teatro lirico. Continua questa attività per il Teatro alla Scala, il Teatro dell’Opera di Roma e all’estero per il Covent Garden, il New National Theatre di Tokyo, il Teatro Real di Madrid, il Colón di Buenos Aires e in Cile e Brasile con i registi Hugo de Ana e, per Armida, con Luca Ronconi. A Washington crea le danze di Le Cid di Massenet interpretato da Plácido Domingo. Nel 2014 per il Teatro Regio di Torino crea le coreografie de La Vedova allegra di Lehár e nel 2016 per Sansone e Dalila di Saint-Saëns. A Pechino crea le danze del Trionfo di Aida di Verdi e di Sansone e Dalila. Nel 2017 crea le danze per Jerusalem di Verdi al Teatro Regio di Parma e per Aida al Teatro Municipal di Santiago del Cile. Nel 2018 ricrea le danze di Aida per il Teatro Real di Madrid.

 

Al Teatro Filarmonico di Verona debutta nel 1976 come prima ballerina nella Traviata di Verdi. Nel 1995 cura i movimenti mimici di Les Contes d’Hoffmann di Offenbach, nel 2004 crea i movimenti coreografici di Norma e nel 2007 della Sonnambula di Bellini, allestimento ripreso nel 2016 e riproposto per la trasferta dell’Arena alla Royal Opera House Muscat nel gennaio 2018.

 

All’Arena di Verona debutta come prima ballerina in Carmen di Bizet nel 1970 e nello spettacolo Balletti in scena al Teatro Romano; torna nel 1974 per Samson et Dalila di Saint-Saëns; debutta come coreografa nel 2007 con Il Barbiere di Siviglia di Rossini (ripreso successivamente nel 2009, 2011, 2015, 2018). Nel 2011 cura la coreografia per La Traviata di Verdi, titolo in scena anche nel 2013 e nel 2016. 

 

Nel 2018 crea le coreografie del nuovo allestimento di Carmen riproposto anche nel 2019. Per il 100° Arena di Verona Opera Festival 2023 vengono riprese le sue coreografie create per Il Barbiere di Siviglia. 

 

Biografia aggiornata a Giugno 2023

Soci fondatori e partner

Soci fondatori

Major partner Arena di Verona Opera Festival