Nato a Bergamo, Gabriele Sagona inizia lo studio del canto con il padre Vincenzo e si perfeziona con il mezzosoprano Biancamaria Casoni. Lavora con importanti direttori d’orchestra quali Abbado, Armiliato, Arrivabeni, Battistoni, Bernàcer, Carminati, Chailly, Domingo, Ettinger, Gatti, Gelmetti, Luisi, Mehta, Noseda, Oren, Palumbo, Renzetti, Santi, Steinberg, Wellber, Zanetti, e registi quali Abbado, Bellotto, Carsen, Dante, Dodin, Esposito, Grinda, Hermanis, Mariani, Michieletto, Poda, Puggelli, Ronconi, Stinchelli.

 

Si esibisce sui principali palcoscenici italiani (Scala di Milano, San Carlo di Napoli, Bellini di Catania, Comunale di Bologna, Verdi di Trieste, Regio di Parma, Opera di Roma, Teatro del Maggio di Firenze, Lirico di Cagliari, Taormina, Donizetti di Bergamo, Regio di Torino, Carlo Felice di Genova) ed esteri (Palau de les Arts di Valencia, Tel Aviv, New National Theatre di Tokyo, Royal Opera House Muscat, Opera de Tenerife, Opéra de Limoges, Carnegie Hall di New York, Opera di Astana) in un vasto repertorio che include, fra gli altri: Il Barbiere di Siviglia (Don Basilio), Il Turco in Italia (Selim), La Cenerentola (Alidoro) e L’italiana in Algeri (Mustafà) di Rossini; Le Nozze di Figaro (Il Conte d'Almaviva e Figaro) e Don Giovanni (Leporello) di Mozart; Lucia di Lammermoor (Raimondo) di Donizetti; La Bohéme (Colline) di Puccini; di Verdi Il Trovatore (Ferrando), I Masnadieri (Moser), Luisa Miller (Wurm) e Macbeth (Banco).

Tra i suoi impegni recenti si segnalano le opere verdiane Aida (Il Re) alle Terme di Caracalla, Rigoletto (Monterone) a Taormina diretto da Domingo e a Napoli, I Vespri siciliani a Palermo, Bologna e Napoli; La Cenerentola a Tokyo e Genova; Samson et Dalila (Abimelech) di Saint-Saëns a Napoli; Le Nozze di Figaro a Catania; i ruoli pucciniani in Tosca (Angelotti) a Palermo e Tel Aviv diretto da Mehta; La Bohéme a Tel Aviv e Genova, Turandot (Timur) a Trieste.

 

All’Arena di Verona debutta nel 2022 come Zuniga in Carmen di Bizet e prende parte alla serata Domingo in Verdi Opera Night; torna l’anno successivo per il 100° Festival nelle produzioni di Carmen, La Traviata (Dottor Grenvil) di Verdi, Madama Butterfly (Zio Bonzo) di Puccini e nella serata di gala di Juan Diego Flórez. 

 

Debutta al Teatro Filarmonico di Verona nel ruolo di Figaro ne Le Nozze di Figaro nel 2018. Torna nel 2023 come Johann in Werther di Massenet. Nella Stagione d’Opera e Balletto 2024 partecipa a La Cenerentola e alle prime esecuzioni veronesi de Il Campiello di Wolf-Ferrari (Anzoleto) e Stiffelio di Verdi (Jorg). 

Biografia aggiornata a Marzo 2024

Prossime esibizioni

Ha partecipato a

Soci fondatori e partner

Soci fondatori

Major partner Arena di Verona Opera Festival