Riccardo Rados nasce nel 1992 a Trieste, città dove studia canto al Conservatorio Tartini.

 

Nel 2015 debutta in Tosca di Puccini nei ruoli di Cavaradossi e Spoletta con l'Associazione Italiana dei Milanesi in Austria, Germania e Lussemburgo.

 

Successivamente debutta in Madama Butterfly di Puccini (Pinkerton), ne La Traviata di Verdi (Alfredo) e in Un Ballo in maschera di Verdi (Riccardo) sempre con la Compagnia d'Opera Italiana di Milano.

 

Debutta al Teatro del Maggio Musicale Fiorentino in Macbeth di Verdi (Malcolm) sotto la guida di Riccardo Muti, selezionato personalmente dal Maestro, riprendendo poi il ruolo a Ravenna e nell’evento a favore delle popolazioni del terremoto in Abruzzo, Marche, Umbria e Lazio, diretto sempre da Muti.

 

Nel 2018 interpreta Ismaele in Nabucco di Verdi al Teatro Alighieri di Ravenna e al Comunale di Ferrara, ruolo che riprende l’anno dopo al Verdi di Trieste.

 

Nel 2019 è Pinkerton in Madama Butterfly a Trieste e presso la Fondazione Teatro Nuovo Giovanni da Udine; debutta nel ruolo di Pollione in Norma di Bellini al Ravenna Festival.

 

Recentemente partecipa alla produzione di Aroldo di Verdi nel circuito dei teatri emiliani e a quella di Aida di Verdi al Teatro di San Carlo di Napoli.

 

Si ricordano i concerti alla Philharmonie di Berlino, Heilbronn Symphony Saal e l’esibizione su invito del presidente irlandese per la "Festa in Giardino", evento tradizionale della Festa della Repubblica di Irlanda.

 

Prende parte anche a molti altri concerti ed eventi in Italia e all’estero.

 

Alla ripresa delle attività dopo i forzati lockdown, debutta nel 2021 all’Arena di Verona cantando in Aida, sia in forma di concerto diretta da Muti sia in forma scenica, e interpretando Peppe in Pagliacci di Leoncavallo, in Nabucco di Verdi come Ismaele, con la direzione di Oren, e in Turandot di Puccini. In Arena torna per il Festival 2022 come Messaggero in Aida, Ismaele in Nabucco e Pang in Turandot.

 

Nella Stagione Lirica 2023 al Teatro Filarmonico di Verona interpreta il Messaggero in Aida, ruolo ripreso anche per il 100° Festival areniano, unitamente a quelli di Matteo Borsa in Rigoletto, Ismaele e Abdallo in Nabucco. Torna al Filarmonico per Stiffelio di Verdi nel 2024, e in Arena per il 101° Opera Festival come Pang in Turandot, Messaggero in Aida, Parpignol ne La Bohème di Puccini.

 

 

Biografia aggiornata a giugno 2024

Prossime esibizioni

Ha partecipato a

Aida 2023

Un messaggero

Aida 2023

Un messaggero

Rigoletto 2023

Matteo Borsa

Nabucco 2023

Abdallo, Ismaele

Aida 2022

Un messaggero

Aida 2021

Un messaggero

Soci Fondatori e Partner

Soci Fondatori

Major Partner Arena di Verona Opera Festival