The telephone | La Voix humaine

Per l’ultimo appuntamento con la lirica, il telefono è il filo conduttore che unisce le due opere.

Opera

Per l’ultimo appuntamento con la lirica viene proposto un dittico pressoché coevo: la pièce lirica La Voix humaine (1958) di Francis Poulenc sull’omonimo testo di Jean Cocteau insieme a The telephone (1947) di Gian Carlo Menotti. Il telefono è il filo conduttore di entrambe le vicende: se per Poulenc racconta un legame che si è già tragicamente rotto e che fa progressivamente emergere la vera catastrofe della protagonista, vittima di un crudele meccanismo autodistruttivo, per Menotti è un dialogo tra i protagonisti e innamorati Ben e Lucy, che culmina in una proposta di matrimonio.

Il nuovo allestimento di Fondazione Arena, in scena dal 28 novembre con la direzione d’orchestra di Francesco Lanzillotta, sarà firmato dalla regista Federica Zagatti Wolf-Ferrari, mentre le luci saranno realizzate da Paolo Mazzon.

La Voix humaine

di Francis Poulenc

Direttore d'orchestra Francesco Lanzillotta

Regia Federica Zagatti Wolf-Ferrari

Luci Paolo Mazzon

 

 

PERSONAGGI E INTERPRETI

Elle Lavinia Bini

 

The telephone

di Gian Carlo Menotti

Direttore d'orchestra Francesco Lanzillotta

ORCHESTRA E CORO DELLA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

 

Maestro del Coro Vito Lombardi

 

Regia Federica Zagatti Wolf-Ferrari

Luci Paolo Mazzon

 

PERSONAGGI E INTERPRETI

Lucy Daniela Cappiello

Ben 

 

Nuovo allestimento della Fondazione Arena di Verona

ORCHESTRA E CORO DELLA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Maestro del Coro Vito Lombardi

Partner

Major partner

Major partner Banco BPM Major partner Metinvest