Il Matrimonio segreto

Dramma giocoso in 2 atti
di Domenico Cimarosa
Condividi
+
recite concluse
img/icon_libretto.png

Libretto di

Giovanni Bertati

img/icon_music.png

Musica di

Domenico Cimarosa

img/icon_map.png

Teatro Filarmonico

Questo spettacolo è stato proposto per la rassegna autunnale Viaggio in Italia nel tempo e negli stili, le recite sono concluse. Vai alla pagina programma per scoprire cosa ti riserva la prossima Stagione Artistica!

Il Matrimonio segreto di Domenico Cimarosa

L’opera è proposta nell’allestimento della Fondazione Teatro Coccia di Novara con la regia di Marco Castoldi, in arte Morgan, le scene di Patrizia Bocconi, i costumi di Giuseppe Magistro e le luci di Paolo  Mazzon, per una narrazione che si articola tra ammiccamenti e manichini in un linguaggio giovane e stuzzicante.

 

 

 

Il Matrimonio segreto rientra nel progetto Anteprima scuole: giovedì 24 ottobre alle ore 16:00. La prova generale sarà preceduta da una conversazione di approfondimento che avrà luogo alle ore 14.30 in Sala Filarmonica, per la quale è necessaria la prenotazione.

Il Matrimonio segreto rientra nel progetto Ritorno a Teatro, dedicato al mondo della scuola. Martedì 29 ottobre alle ore 18:00 e giovedì 31 ottobre alle ore 19:00 sarà presentato lo spettacolo in un breve incontro. Al termine del Preludio verrà offerto ai presenti un aperitivo prima di assistere alla rappresentazione.

 

Direttore d'orchestra Alessandro Bonato

Regia Marco Castoldi (Morgan)

Scene Patrizia Bocconi

Costumi Giuseppe Magistro

Luci Paolo Mazzon

Direttore Allestimenti scenici Michele Olcese

ORCHESTRA E TECNICI DELL’ARENA DI VERONA

Allestimento della Fondazione Teatro Coccia di Novara

ATTO PRIMO

Sala centrale della casa di Geronimo, ricco mercante. Paolino, giovane di negozio, sta rassicurando Carolina, la figlia minore del padrone: presto la situazione incresciosa in cui si trovano si risolverà felicemente. I due ragazzi si sono infatti sposati in segreto e cercano il momento opportuno per dirlo al vecchio. Paolino spiega alla moglie che intende ingraziarsi Geronimo facendo leva sulla sua smania di maritare le figlie con dei blasonati. Per questo ha convinto un suo amico, il Conte Robinson, nobile ma in realtà squattrinato, a chiedere la mano di Elisetta, sorella maggiore di Carolina.

Rimasto solo, Paolino consegna a Geronimo la lettera in cui Robinson annuncia il suo arrivo e la decisione di sposare a breve Elisetta. Il vecchio esulta e riunisce la famiglia per comunicare trionfante l'accordo concluso. Elisetta inizia subito a darsi arie da Contessa, provocando la sorella Carolina: ne esce un aspro litigio che la zia Fidalma tenta inutilmente di placare. Quest'ultima, rimasta vedova, confida poi a Elisetta di avere pure lei un progetto matrimoniale: ha messo gli occhi su un bravo giovane e a malapena si trattiene dal rivelare che si tratta di Paolino. In attesa del Conte, Geronimo, vedendo Carolina triste, le dice di stare allegra: anche per lei arriverà il momento di sposare un nobile.

Quando giunge Robinson, le cose iniziano a complicarsi. Il Conte si sente subito attratto da Carolina e ci rimane male quando scopre che la promessa sposa è in realtà Elisetta. A questo punto Paolino cerca di rompere gli indugi con Geronimo e pensa di chiedere aiuto al Conte o, in alternativa, a Fidalma, che sembra dimostragli un certo affetto. Ma quando il giovane avvicina il Conte per parlargli, questi lo anticipa confessandogli di essere innamorato di Carolina e lo incarica di proporre a Geronimo il cambio della fidanzata, anche a costo di rinunciare a metà dote. Subito dopo è Carolina a incontrare Robinson, che inizia a corteggiarla e le propone di sposarlo. La ragazza rifiuta garbatamente, ma il Conte intuisce l'esistenza di un innamorato.

Assecondata da Fidalma, Elisetta si lamenta col padre per il comportamento distaccato del Conte. Il quale, nel frattempo, non si è perso d'animo e riprende a fare avances a Carolina, alla quale confessa la propria indifferenza verso Elisetta. Questa sente la conversazione e, credendo che la sorella voglia rubarle il promesso sposo, esplode in una scenata di gelosia. Fidalma cerca inutilmente di riportare la calma, mentre nella confusione generale arriva Geronimo: tutti cercano di spiegargli a proprio modo cosa stia succedendo, ma il vecchio è anche un po' duro d'orecchi, e la baraonda diventa totale.

ATTO SECONDO

In privato, Geronimo chiede al Conte Robinson il motivo della discussione, venendo così a sapere che il nobile non intende più sposare Elisetta e chiede invece la mano di Carolina. Allettato dalla rinuncia alla metà della dote, il vecchio accetta, purché Elisetta sia d'accordo. Arriva Paolino e il Conte lo informa del nuovo accordo; al giovane non resta così che cercare l'aiuto di Fidalma, ma la vecchia vedova, fraintendendo i discorsi di Paolino, gli confessa di essere innamorata di lui e di volerlo sposare. Il ragazzo resta di stucco e si sente mancare. Alle richieste di aiuto di Fidalma accorre Carolina, alla quale la zia racconta che Paolino è svenuto per l'emozione provata durante la dichiarazione d'amore. Rimasta sola con Paolino, la ragazza gli rinfaccia con rabbia di averla tradita, ma lui chiarisce l'equivoco spiegandole come si sono svolti realmente i fatti, aggiungendo che a quel punto l'unica soluzione possibile è la fuga.

Intanto, il Conte incontra Elisetta e cerca di dissuaderla dal volerlo sposare: per convincerla le elenca tutti i propri difetti e, visto che la ragazza non lo prende sul serio, le dice chiaramente di non amarla e di non poterla sopportare. Benché turbata, Elisetta non si arrende e si allea con Fidalma, che nel frattempo ha iniziato a sospettare che Carolina ami Paolino. Appurato che Carolina è la fonte dei loro guai, le due donne chiedono a Geronimo a chiudere la giovane per un po' di tempo in un convento. Il vecchio accetta, anche perché Fidalma minaccia di andarsene portando con sé tutti i suoi beni, e comunica lui stesso la notizia a a Carolina.

La ragazza, disperata, fa un ultimo tentativo rivolgendosi al Conte, che le dichiara il suo amore e le promette di aiutarla. Ma mentre Carolina sta per confessargli il suo segreto, i due vengono sorpresi da Geronimo, Elisetta e Fidalma, che nella concitazione generale accusano la giovane di essere poco seria. Il vecchio padre, ormai determinato, prima di andare a dormire organizza la partenza di Carolina e incarica Paolino di predisporre quattro cavalli per l'alba. Il ragazzo capisce che è il momento di attuare il progetto di fuga e si dirige verso la camera della moglie. Nel frattempo, per le altre stanze della casa si aggirano anche Elisetta e il Conte.

È ormai notte. Paolino e Carolina stanno per fuggire di casa, ma l'uscita di Elisetta li costringe a ritornare in camera. La sorella sospettosa ha sentito una voce maschile nella stanza di Carolina: è convinta che si tratti del Conte e così chiama tutti a testimoni per sorprendere i due presunti amanti. Ma Robinson esce solo dalla sua stanza, mentre Carolina e Paolino escono dall'altra. I due ragazzi si inginocchiano davanti a Geronimo e confessano il loro matrimonio segreto, chiedendo perdono. Lo sconcerto è generale, ma il Conte Robinson, per il bene di Carolina, intercede a favore degli sposi: si dichiara disposto a sposare Elisetta e al vecchio non resta che perdonare i due giovani tra l'allegria e la soddisfazione di tutti.

Il Matrimonio segreto

Carolina
Veronica Granatiero

Il signor Geronimo
Salvatore Salvaggio

Paolino
Matteo Mezzaro

Il conte Robinson
Alessandro Abis

Fidalma
Irene Molinari

Elisetta
Rosanna Lo Greco

TURNO A - Domenica 27/10/2019 ore 15.30

TURNO C - Martedì 29/10/2019 ore 19.00

TURNO D - Giovedì 31/10/2019 ore 20.00

TURNO B – Domenica 03/11/2019 ore 15.30