Teatro Filarmonico

Orchestra e Coro della Fondazione Arena uniscono le forze nel segno di Händel per l’imponente Messiah

14 dicembre 2021

Sul podio Giulio Prandi con quattro eccellenze internazionali nelle parti solistiche. Debutta Ulisse Trabacchin come nuovo Maestro del Coro.

#SHARE

 

Il 17 e 18 dicembre, per l’ultimo appuntamento della Stagione 2021, un grande concerto corale al Teatro Filarmonico, che torna ad affiancare l’orchestra di Fondazione Arena.

Marie Lys, Sara Mingardo, Steve Davislim a Christian Senn sono i quattro solisti del grande oratorio in tre parti di Georg Friedrich Händel, che torna in tutto il suo splendore settecentesco dopo dieci anni esatti dall’ultima esecuzione al Teatro Filarmonico. Il M° Prandi, specialista del repertorio, guida l’Orchestra e il Coro preparato dal nuovo direttore.

Il cimento con il grande oratorio di Händel, contenente alcune delle pagine corali più celebri di sempre, giunge come propizio battesimo per il nuovo maestro, soprattutto perché a dirigere l’Orchestra e il Coro della Fondazione c’è uno dei massimi esperti di oggi del repertorio vocale e sacro del Settecento.

Giulio Prandi, musicista, matematico, studioso, filologo e divulgatore, fondatore di Orchestra, Coro e Centro Studi Ghislieri, nonché direttore di prestigio, forte di importanti incisioni discografiche, tournée internazionali e riconoscimenti.

 

È possibile acquistare il proprio biglietto, sia online che presso la Biglietteria centrale di via Dietro Anfiteatro.

Si ricorda che, a partire dal 6 dicembre 2021, per accedere agli spettacoli in Teatro sarà obbligatorio esibire, anche il green pass cosiddetto "rafforzato" (certificazione verde COVID-19 di avvenuta vaccinazione o di avvenuta guarigione). Resta in vigore l’obbligo di indossare la mascherina chirurgica per tutta la durata dello spettacolo.

News

Ti potrebbe interessare