Massimiliano Martinelli è un violoncellista italiano che si distingue per un’impeccabile tecnica strumentale congiunta ad una espressività tipica di chi ama il mondo della lirica e del teatro. Violoncellista poliedrico, è da diversi anni attivo come solista, prima parte in orchestra e professore di violoncello.

 

Compie gli studi presso l’Accademia di Santa Cecilia a Roma nella classe di Francesco Strano e successivamente a Basilea sotto la guida di Ivan Monighetti dove apprende la scuola russa di Rostropovič. Importanti influenze hanno anche Enrico Bronzi, Renato Zanettovich e Dario de Rosa per la musica da camera, Enrico Dindo e Rocco Filippini per la tecnica violoncellistica. 

 

Vince 33 concorsi nazionali ed internazionali ottenendo in gran parte delle competizioni il primo premio assoluto. Nel 2004 vince il primo premio nella settima edizione dell’"Internationaler Wettbewerb für Violoncello" a Liezen, nel 2006 il primo premio al Concorso Europeo di violoncello “Arturo Bonucci” e il quinto premio al concorso internazionale di violoncello “Gyeongnam International Music Competition Isang Yun in memoriam” in Corea del sud (membro della Federazione Mondiale dei concorsi Internazionali di Ginevra). 

 

Come solista debutta in occasione del Ravenna Festival 2007 eseguendo il Concerto Grosso per tre violoncelli e orchestra di Penderecki, sotto la direzione dello stesso compositore. Da allora si esibisce presso numerose istituzioni concertistiche in Europa ed Asia eseguendo i concerti del repertorio per violoncello e orchestra tra cui si ricordano entrambi i concerti di Haydn, il concerto di Schumann, il primo concerto di Šostakovič , Čajkovskij Rococò e molti altri.

 

Come primo violoncello esordisce all’età di 23 anni, scelto da Riccardo Muti per ricoprire tale ruolo nell’orchestra Cherubini con la quale effettua numerose tournée in Svizzera, Malta, Russia, Spagna Austria e Italia esibendosi nelle più prestigiose sale tra cui il Musikverein di Vienna. Successivamente vince il concorso come primo violoncello dell’Orchestra dell’Opera di Zurigo sotto la direzione di Daniele Gatti mantenendo tale ruolo fino al 2016; dal 2016 al 2019 viene invitato spesso in qualità di prima parte ospite da teatri prestigiosi tra cui la Scala di Milano, il San Carlo di Napoli e l’Orchestra di Lucerna. Nel 2019 vince il concorso per primo violoncello presso la Fondazione Arena di Verona.

 

Come professore di violoncello inizia nel 2010, tenendo corsi di perfezionamento presso l’Università di Zurigo sulla prassi esecutiva del repertorio Lirico-Sinfonico Orchestrale. In seguito insegna violoncello presso i Conservatori Italiani e il Conservatorio di Zurigo e presso diversi corsi di perfezionamento estivi. Nel 2016 viene invitato anche dall’Università di Hokkaido per una masterclass. 

 

La sua discografia include: l’Integrale delle Suites di Bach (che su Youtube ha superato 4 milioni di visualizzazioni), le Suites di Reger, la Suite di Cassadó e la Sonata op.8 di Kodály. Insieme alla moglie, la violoncellista Fulvia Mancini fonda nel 2017 il duo Mr&MrsCello che ha l’intento di allargare il repertorio per tale formazione e abbracciare diversi generi musicali; i loro arrangiamenti incisi su cd, spaziano dalle Invenzioni a due voci di Bach alla musica di Einaudi, da Paganini alla musica dei Nirvana. 

 

Suona un violoncello realizzato da Joseph Hill a Londra nel 1780.

Biografia aggiornata a Febbraio 2023.

Soci Fondatori e Partner

Founding Members

Major Partner Arena di Verona Opera Festival