Giovannini Luca

Violoncello

Luca Giovannini inizia lo studio del violoncello all’età di otto anni sotto la guida di Luca Simoncini e nel 2017 si diploma con Lode e Menzione. Nel 2019 entra a far parte della famosa Kronberg Accademy di Francoforte con Helmerson e nel 2022 ottiene il Diploma di Laurea di Secondo Livello con il massimo dei voti.

Membro della classe di excellence di violoncello con Gautier Capuçon presso la Fondazione Louis Vuitton di Parigi e dell’accademia Romanini di Brescia con Giovanni Sollima, attualmente frequenta un master di alto perfezionamento presso UDK di Berlino sotto la guida di Maintz.

Numerosi sono i primi premi che si aggiudica nel corso della sua carriera artistica, tra questi la Johannes Brahms Competition in Austria, Premio Nazionale delle Arti 2020, T.I.M. Parigi, Città di Giussano, terzo premio all’Alice & Eleonora Schoenfeld Harbin in Cina nel 2016 e secondo premio alla Janigro International Young Competition Croazia.

È vincitore di tre prestigiose borse di studio alla Filarmonica della Scala di Milano, Boris Pergamenschikov alla Kronberg Academy e presso la Foundation Capuçon. 

Tra i Maestri che contribuiscono alla sua formazione artistica vi sono i maestri Brunello, Harrell, Geringas, Rossi, Dindo, Sollima, Kremer, Schiff, Hoffman, Tamestit, Isserlis, Gerstein, Gutmann, Maisky, Monighetti. Collaborando con alcuni di loro, inoltre, si esibisce in importanti manifestazioni concertistiche e teatri, come Brahms Saal des Musikvereines di Vienna, Suntory Hall di Tokyo, Carnegie Hall di New York, Opera House Harbin in Cina, Teatro la Pergola di Firenze, Philharmonic Theatre di Berlino, Mozarteum di Salzburg, la Victoria Hall a Ginevra, Sala Maffeiana di Verona, Sale Apollinee della Fenice di Venezia.

È ospite a numerosi festival e accademie internazionali, a varie edizioni del Seiji Ozawa Academy, Gstaadt Menhuin festival, Tibor Varga festival di Sion e il Cellofest di Helsinki.

Nel 2020 incide l’integrale delle sonate per violoncello di Brahms con la pianista Leonora Armellini.

Suona un violoncello Ansaldo Poggi del 1927 gentilmente concesso dal M° Mario Brunello.

Debutta al Teatro Filarmonico di Verona nel terzo appuntamento della Stagione Sinfonica 2024.

Biografia aggiornata a Marzo 2024

IMPORTANT! CHANGE OF PERFORMANCE TIME 7 JUNE 2024.

"La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità" will start at 8:30pm instead of 9:10pm.

Access allowed before 8:10pm.

Chiudi

Soci Fondatori e Partner

Founding Members

Major Partner Arena di Verona Opera Festival