Christian Van Horn consegue il Master in Musica presso la Yale University e si laurea al Lyric Opera Center for American Artists della Lyric Opera di Chicago. Oltre al prestigioso Tucker Award, riceve numerosi riconoscimenti, tra cui una vittoria al Metropolitan Opera National Council Auditions del 2003, una borsa di studio Sarah Tucker nel 2003, il primo posto al Concorso MacAllister del 2002, il premio nel Concorso vocale della Liederkranz Foundation nel 2002, il Premio Richman dal Teatro dell'Opera di St. Louis.

Nel corso delle ultime stagioni torna alla Metropolitan Opera House come Julio nella premiere americana di The Exterminating Angel di Adés e nelle produzioni di Mefistofele di Boito, Die Zauberflote di Mozart, Aida di Verdi, Le Nozze di Figaro di de Beaumarchais e Mozart, The Rake’s progress di Stravinskij e La Bohème di Puccini. Canta anche alla Lyric Opera di Chicago come Méphistophélès in Faust di Gounod e alla Canadian Opera Company per il suo debutto come Enrico in Anna Bolena di Donizetti; Debutta con la Cleveland Orchestra con La Creazione di Haydn, e canta il Messiah di Händel con la University Musical Society di Ann Arbor. Debutta all'Opera di Parigi come Narbal ne Les Troyens di Berlioz, torna anche con Faust e Don Giovanni di Mozart, torna anche alla Bayersiche Staatsoper come Escamillo in Carmen di Bizet e ne I Masnadieri di Verdi, all'Opera di San Francisco come Zoroastro in Orlando di Händel, a Chicago con Ernani di Verdi e canta Oedipus Rex di Stravinkij ad Amsterdam

Appare in molti dei grandi teatri lirici del mondo, tra cui il Metropolitan Opera, la Lyric Opera di Chicago, la San Francisco Opera, la Santa Fe Opera, la Los Angeles Opera, la Canadian Opera Company, la Bayerische Staatsoper, l’Opera di Roma, la Stuttgart Opera, il Grand Théâtre de Genève e la Nederlandse Opera, e ai Festival di Salisburgo e Monaco. Tra i suoi numerosi ruoli si ricordano il protagonista ne Le Nozze di Figaro, Colline ne La Bohème, Alidoro ne La Cenerentola di Rossini, Timur in Turandot, Banco in Macbeth di Shakespeare, Oroveso in Norma di Bellini, Zaccaria in Nabucco di Verdi, i Quattro vilains ne Les Contes d'Hoffmann di Hoffenbach, Escamillo in Carmen, Gessler in Guillaume Tell di Rossini e Frère Laurent in Roméo et Juliette di Gounod e Patti. Appare inoltre nelle prime mondiali Tea: A Mirror of the Soul di Tan Dun all'Opera di Santa Fe e La Ciociara di Tutino all'Opera di San Francisco.

In concerto, debutta con la New York Philharmonic e la San Francisco Symphony. Appare anche al Festival di Pasqua di Salisburgo con i Berliner Philarmoniker e Sir Simon Rattle, alla Carnegie Hall in un concerto dell'Emerson String Quartet e cantando in Child of Our Time di Tippet con la Chicago Symphony Orchestra, la Missa Solemnis di Beethoven con la Melbourne Symphony Orchestra, la Sinfonia n. 9 di Beethoven con la Pacific Symphony, il Requiem di Mozart sia al Mostly Mozart Festival che al National Arts Centre di Ottawa, e i concerti di apertura del Bard Music Festival.

Registra il ruolo principale de Le Nozze di Figaro, e appare nella trasmissione di Falstaff del Metropolitan Opera.

Debutta al 100° Arena di Verona Opera Festival 2023 come Ramfis in Aida.

Biografia aggiornata a Giugno 2023. 

IMPORTANT! CHANGE OF PERFORMANCE TIME 7 JUNE 2024.

"La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità" will start at 8:30pm instead of 9:10pm.

Access allowed before 8:10pm.

Chiudi

Ha partecipato a

Soci Fondatori e Partner

Founding Members

Major Partner Arena di Verona Opera Festival