Alekseenok Vitali

Conductor

Nato in Bielorussia nel 1991, Vitali Alekseenok si forma al Conservatorio di San Pietroburgo con Aleksander Alekseev e all'Accademia Musicale Franz Liszt di Weimar con Nicolas Pasquet, Gunter Kahlert e Ekhart Wycik. Prende parte, tra l‘altro, a masterclass con Bernard Haitink, Bruno Weil, Peter Stark, Marco Guidarini e Rüdiger Bohn.

 

Dalla stagione 2017/18 è direttore principale e direttore musicale dell'Abaco Orchestra dell'Università di Monaco.

 

Come vincitore del Concorso MDR per direttori d’orchestra nel 2018, dirige la MDR Sinfonieorchester, la Lucerne Festival Strings, la Staatskapelle Weimar, i Karlsbader Symphoniker, nonché la Philharmonische Orchester Jena, Gotha, Lviv e Hradec Kralove.

 

È il vincitore del primo premio al IX concorso internazionale di direzione d'orchestra “Arturo Toscanini” tenutosi a Parma in ottobre 2021.

 

Lavora come direttore d'opera e assistente nei teatri d'opera di Monaco, Vienna, Barcellona, Weimar, Graz e Varna con direttori come Oksana Lyniv, Lothar Zagrosek, Roland Kluttig, Maurizio Barbacini e Marco Guidarini. Fra gli impegni recenti, dirige una nuova produzione del Don Giovanni di Mozart nella regione militare ucraina di Severodonetsk come parte del progetto Musica e dialogo. Nell'estate 2019 debutta in Italia con Rigoletto di Verdi al Teatro Mancinelli di Orvieto. Nell'autunno del 2021 dirige la prima ucraina del Tristano e Isotta di Wagner all'Opera Nazionale dell'Ucraina a Kiev.

 

Nel 2022 dirige il Concerto di Capodanno al Teatro Bellini di Catania, Die Zauberflöte di Mozart alla Deutsche Oper am Rhein, Nabucco di Verdi all’Opera di Odessa, quindi debutta al Rossini Opera Festival di Pesaro con un concerto lirico-sinfonico e alla Scala di Milano con la prima mondiale de Il Piccolo principe, opera per ragazzi di Valtinoni appositamente commissionata dal Teatro.

 

È primo Kapellmeister alla Deutsche Oper am Rhein e, nel giugno 2021, è nominato direttore artistico del Kharkiv Music Fest nell'Ucraina orientale; dalla stagione 2021/’22 è inoltre direttore principale dell'Orchestra Classica del Monferrato della regione Piemonte in Italia.

 

È attivo in programmi a sfondo pedagogico: già membro della giuria del concorso musicale tedesco Jugend musiziert, realizza progetti educativi nell'Europa occidentale e orientale e dirige numerose orchestre giovanili in Germania, Italia, Polonia e Ucraina. Dalla stagione 2020/’21 insegna come direttore d'orchestra presso l'Università della Musica di Francoforte sul Meno.

 

Vitali Alekseenok è fondatore e direttore artistico di “ensemble paradigme”, con cui collabora eseguendo compositori del XX e XXI secolo, come Gérard Grisey, Tristan Murail, Paweł Szymański, Anton von Webern, Jörn Arnecke, nonché anteprime mondiali di compositori delle generazioni più giovani. Insieme al suo ensemble, esegue una nuova produzione dell'opera White Rose di Udo Zimmermann al Teatro Belvedere (Weimar) nell'autunno 2018. Dirige inoltre le proprie composizioni nell'ambito del progetto internazionale "I, culture orchestra" a Danzica.

 

Debutta con i complessi artistici della Fondazione Arena di Verona nella Stagione Sinfonica 2023 al Teatro Filarmonico. 

IMPORTANT! CHANGE OF PERFORMANCE TIME 7 JUNE 2024.

"La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità" will start at 8:30pm instead of 9:10pm.

Access allowed before 8:10pm.

Chiudi

Soci Fondatori e Partner

Founding Members

Major Partner Arena di Verona Opera Festival