Per dare all’interpretazione operistica la rigorosa unità estetica e concettuale di un teatro fondato sulla totalità delle arti e rivolto a una percezione integrale, Stefano Poda realizza da sempre insieme regia, coreografia, scene, costumi e luci: sul palcoscenico il suo linguaggio personale e riconoscibile è volto a creare un'esperienza di arte totale, facendo dialogare in una dimensione interdisciplinare e olistica design, architettura, scultura, pittura, musica, poesia e drammaturgia.

Dal 1995 ha al suo attivo circa cento produzioni. Tra le più recenti si ricordano: l'inaugurazione della Stagione 2023/24 del Teatro Regio di Torino con La Juive di Halevy e l'Oedipe di Enescu al Festival Internazionale George Enescu 2023; l'inaugurazione del ROF Rossini Opera Festival 2023 con la prima rappresentazione moderna nell'edizione critica di Eduardo e Cristina; l’inaugurazione della stagione 2022/23 al Théâtre du Capitole de Toulouse con Rusalka di Dvořak e al Colón di Buenos Aires con Faust di Gounod, dove è già noto con Nabucco di Verdi (2020) e Il Trittico di Puccini (2011); nel 2022 diverse nuove produzioni di Nabucco per il Teatro Colón di Buenos Aires; nel 2021 Tosca di Puccini al Teatro Bolshoi di Mosca e Nabucco per la Korea National Opera, con cui ritorna nel 2023; Ariane et Barbe-Bleue di Dukas a Toulouse (trasmessa da France TV, 2019); Roméo et Juliette di Gounod (2018) e Das Rheingold di Wagner (2022) al NCPA di Pechino; Alcina (2022) e Ariodante (2016) di Händel, Norma di Bellini (2021 e 2023), Les Contes d'Hoffmann di Offenbach (2019) e Lucia di Lammermoor di Donizetti (trasmessa su ARTE TV, 2017) all'Opéra de Lausanne; Boris Godunov di Musorgskij (2017) e Andrea Chénier di Giordano (2015) alla Korea National Opera; Thaïs di Massenet (2015), Fosca di Carlos Gomes e Titan (2016, coreografia sulla Sinfonia n° 1 di Mahler) al Theatro Municipal de São Paulo; L'Elisir d'Amore di Donizetti all'Opéra National du Rhin di Strasburgo (2016); Otello di Verdi all'Hungarian State Opera di Budapest (2015); Tristan und Isolde di Wagner diretto da Zubin Mehta per l'apertura del 77ª Maggio Musicale Fiorentino 2014; Il Trovatore di Verdi all'Odeon di Erode Attico, Festival di Atene (2012 e 2017); Leggenda di Alessandro Solbiati al Teatro Regio di Torino (2011; anche in DVD); La Forza del destino di Verdi al Teatro Regio (2011, in DVD) e al Festival Verdi di Parma (2014).

L’iconico Faust di Gounod a Torino nel 2015, coproduzione con l'Opera israeliana di Tel Aviv e l'Opera di Losanna (disponibile in DVD & Blu-Ray) è trasmesso in sale cinematografiche di tutto il mondo, così come Turandot di Puccini (2018, registrata anche in DVD e in streaming su Operavision) e Thaïs (2008, DVD & Blu-ray) entrambe messe in scena al Regio di Torino e dirette da Gianandrea Noseda.

Gli viene conferito il prestigioso Premio Claude Rostand 2019 dall'Associazione della Critica Francesi all'Opéra Comique di Parigi, per Ariane et Barbe-Bleue a Toulouse. È invitato speciale alla Quadriennale di Praga 2019, la 14ª edizione del più grande festival internazionale di scenografia e teatro.

Ha debuttato a Verona nel 2023 firmando la nuova produzione di Aida di Verdi, spettacolo inaugurale del 100° Arena Opera Festival, che torna in scena per il 101° Opera Festival 2024.

Biografia aggiornata ad Aprile 2024. 

IMPORTANT! CHANGE OF PERFORMANCE TIME 7 JUNE 2024.

"La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità" will start at 8:30pm instead of 9:10pm.

Access allowed before 8:10pm.

Chiudi

Soci Fondatori e Partner

Founding Members

Major Partner Arena di Verona Opera Festival