Nato in Mongolia, Amartuvshin Enkhbat inizia la sua carriera professionale come solista principale al Teatro dell'Opera Accademico di Stato. Da allora, viene invitato a esibirsi sui palcoscenici più prestigiosi come il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Regio di Parma, l'Arena di Verona, il Teatro dell'Opera di Roma, la Bayerische Staatsoper di Monaco e il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.

Il suo repertorio comprende i ruoli principali in Evgenij Onegin di Čajkovskij, Nabucco, Rigoletto, Macbeth e Luisa Miller di Verdi. Appare anche come Amonasro in Aida di Verdi, Il Conte di Luna ne Il Trovatore di Verdi, Giorgio Germont ne La Traviata di Verdi, Escamillo in Carmen di Bizet e come Scarpia in Tosca di Puccini. Negli ultimi anni si esibisce nel ruolo principale di Rigoletto a Parma, Macerata, Genova e Milano, ne La Forza del destino di Verdi al Teatro del Maggio Fiorentino, Aida al Teatro alla Scala, Nabucco al Festival Verdi di Parma e Padova, Tosca al Teatro di San Carlo di Napoli.

Riceve premi in concorsi prestigiosi come il Concorso Operalia (1° Premio, 2012), l'International Opera Competition Baikal (1° Premio, 2011), l'International Tchaikovsky Competition di San Pietroburgo (2° Premio e Premio del pubblico, 2011), il Tenor Viñas Competition (2° Premio), BBC Cardiff Competition (Joan Sutherland Audience Prize, 2015) e il Queen Sonja Competition (semifinalista). 

Si laurea all'Università Statale delle Arti e riceve il premio come Artista Onorato della Mongolia.

All’Arena di Verona debutta nel 2017 come Rigoletto. Nel 2018 interpreta i ruoli verdiani di Amonasro e Nabucco; nel 2019 canta Giorgio Germont nella nuova produzione de La Traviata e il ruolo di Amonasro in Aida; nel 2021 è Alfio in Cavalleria rusticana di Mascagni e Tonio in Pagliacci di Leoncavallo e sostiene i ruoli di Amonasro e Nabucco; nel 2022 è protagonista in Nabucco, Amonasro in Aida e Giorgio Germont ne La Traviata.

Torna all’Arena di Verona in occasione del 100° Opera Festival 2023 nei ruoli di Amonasro, Rigoletto e Nabucco.

Biografia aggiornata a Giugno 2023.

WICHTIG! ÄNDERUNG DER AUFFÜHRUNGSZEIT 7. JUNI 2024.

„La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità“ beginnt um 20:30 Uhr statt um 21:10 Uhr.

Einlass ist vor 20.10 Uhr möglich.

Chiudi

Nächste Aufführungen

Ha partecipato a

Soci Fondatori e Partner

Gründungsmitglieder

Major Partner Arena di Verona Opera Festival