Nato nel 1993, Michele Spotti è Direttore musicale dell’Opera e dell’Orchestra Filarmonica di Marsiglia dal 2023.

Si diploma prima in violino e successivamente in direzione d’orchestra sotto la guida di Daniele Agiman al Conservatorio Verdi di Milano. Prosegue i suoi studi presso l’Haute École de Musique di Ginevra, all’Accademia del Festival Menhuin a Gstaad con Neeme Järvi e Gennady Rozhdestvensky e in Italia con Gianandrea Noseda, Gianluigi Gelmetti e Daniele Gatti. 

A vent’anni debutta al Teatro Mancinelli di Orvieto dirigendo Le nozze di Figaro di Mozart e nel 2016 Alberto Zedda lo vuole come suo assistente nella produzione dell’Ermione di Rossini all’Opéra de Lyon.

Fra i suoi impegni recenti figurano i debutti al Teatro dell’Opera di Roma con Die Zauberflöte di Mozart, all’Opéra di Parigi con Turandot di Puccini, alla Deutsche Oper di Berlino con Il viaggio a Reims a Rossini, alla Wiener Staatsoper con La fille du régiment di Donizetti, al Palau de les Arts di Valencia con Ernani di Verdi, alla Staatsoper Stuttgart con la nuova produzione de L’Elisir d’amore di Donizetti, a Dresda con La Bohème di Puccini, a Tokyo con la Tokyo Philharmonic Orchestra e Juan Diego Flórez. 

Apre il 49° Festival della Valle d’Itria con una nuova produzione de Il turco in Italia di Rossini, che dirige anche all’Opera di Losanna. 

Il DVD di Barbe-bleue di Offenbach, da lui diretto all’Opéra de Lyon, ottiene il Diapason D’or.

Collabora con registi come Robert Wilson, Damiano Michieletto, Barrie Kosky, Laurent Pelly, Pier Luigi Pizzi e istituzioni come la Bayerische Staatsoper di Monaco, la Komische Oper di Berlino, la Staatsoper di Hannover, il Theater Basel, il Teatro Massimo di Palermo, l’Opéra di Lione, il Teatro Comunale di Bologna, il Wexford Opera Festival, il Rossini Opera festival e il Festival della Valle d’Itria.

Direttore Musicale dell’Orchestra Filarmonica di Benevento, ha anche un’intensa attività sinfonica e sale sul podio, fra le altre, dell’Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala, con la quale debutta alla Scala nel 2021; dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI; della National Polish Radio Symphony Orchestra; della Filarmonica Arturo Toscanini; dell’Orchestra del Teatro Massimo di Palermo; dell’Orchestra del Teatro Regio di Torino; dell’Orchestre national d’Ile-de-France.

Con i complessi artistici di Fondazione Arena esordisce dirigendo il Concerto di Natale in Senato nel 2023, trasmesso in diretta Rai. 

Debutta all’Arena di Verona dirigendo i Carmina Burana in occasione del 101° Opera Festival.

Biografia aggiornata a Marzo 2024

Soci Fondatori e Partner

Gründungsmitglieder

Major Partner Arena di Verona Opera Festival