Acclamata interprete delle più celebri eroine verdiane e pucciniane con un repertorio che spazia dal belcanto al verismo, Maria José Siri è considerata oggi tra i più importanti soprani del panorama lirico internazionale. 

Nata in Uruguay con radici italiane, si avvicina alla musica si dalla giovanissima età, perfezionandosi poi al Conservatorio di Parigi e successivamente con Ileana Cotrubas.

Approda in Europa nel 2008 con il ruolo di Leonora ne Il Trovatore di Verdi al Teatro Carlo Felice di Genova e successivamente con Aida di Verdi al Teatro alla Scala di Milano. Da allora la sua carriera si consolida ed è in forte ascesa, in special modo dal 2016, quando inaugura la stagione alla Scala interpretando i ruoli pucciniani di Madama Butterfly e, successivamente, di Manon Lescaut e il ruolo del titolo in Francesca da Rimini di Zandonai. 

La sua consacrazione a stella dell'opera internazionale è presto giunta quando, nel 2017, le viene assegnato il prestigioso riconoscimento Oscar della Lirica. Oltre ad un intenso rapporto con i principali teatri italiani, speciale è il suo legame con l’Arena di Verona ed il ruolo di Aida. 

Collabora costantemente con i principali teatri in Germania, Belgio ed in Spagna, nonché in America Latina, Giappone, Russia, Israele ed i Paesi dell'Est. Per citare solo alcuni dei ruoli più amati, ricordiamo le verdiane Aida (150 recite ad oggi), Odabella (Attila), Abigaille (Nabucco), Elisabetta di Valois (Don Carlo), Lucrezia Contarini (I Due Foscari), ma anche le pucciniane Tosca, Manon Lescaut, Suor Angelica, e il ruolo principale in Adriana Lecouvreur di Cilea.  

Numerosi i suoi CD e DVD quali la Messa per Rossini, Madama Butterfly, Don Giovanni, Trittico, Attila, Nabucco, I Due Foscari, Norma, Adriana Lecouvreur

Nel 2022 debutta inoltre alla prestigiosa Royal Opera House di Londra, al Festspielhaus Baden-Baden e al Musikverein Graz.

Recentemente si esibisce in tournée in veste di protagonista a Tokyo nel ruolo di Tosca.

Nel 2013, con i complessi artistici areniani, prende parte allo spettacolo Verdi, nostro Shakespeare - Viaggio in musica e parole in scena al Teatro Romano di Verona e debutta all’Arena interpretando il ruolo principale in Aida, che sostiene anche dal 2014 al 2019, nel 2021 e 2023.

Nel 2015 partecipa al Gala del 1° giugno Lo spettacolo sta per iniziare condotto da Paolo Bonolis e al Festival areniano canta in Don Giovanni di Mozart.

Si esibisce al Festival d’Estate 2020 al concerto Il Cuore italiano della Musica e al Puccini Gala.  

Nel 2021 canta in Cavalleria rusticana di Mascagni, e prende parte al Gala Domingo Opera Night; nel 2022 torna come Abigaille in Nabucco e per la serata di gala Domingo in Verdi Opera Night.

In occasione del 100° Opera Festival interpreta il triplice ruolo di Aida, Abigaille e Cio-Cio-San.

Nel 2020 debutta al Teatro Filarmonico di Verona prendendo parte al Concerto di Natale, nel 2021 interpreta il ruolo di Giorgetta ne Il Tabarro di Puccini.

Torna per la Stagione Lirica 2023 come Amelia in Un Ballo in maschera di Verdi.

Biografia aggiornata a Novembre 2023.

WICHTIG! ÄNDERUNG DER AUFFÜHRUNGSZEIT 7. JUNI 2024.

„La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità“ beginnt um 20:30 Uhr statt um 21:10 Uhr.

Einlass ist vor 20.10 Uhr möglich.

Chiudi

Nächste Aufführungen

Ha partecipato a

Soci Fondatori e Partner

Gründungsmitglieder

Major Partner Arena di Verona Opera Festival