Garofoli Maria Grazia

Coreografa

Conseguito il diploma di laurea presso l'Accademia Nazionale di Danza, Maria Grazia Garofoli inizia giovanissima la sua attività di danzatrice classica interpretando non solo i ruoli più importanti del repertorio ottocentesco ma anche quelli di coreografi contemporanei.

 

Nel corso degli anni si afferma come una delle migliori danzatrici italiane, specialmente nel repertorio romantico.

 

Come ospite danza in Italia e nei più prestigiosi teatri d'Europa, degli Stati Uniti, del Canada e dell'America Latina. È Prima ballerina alla Fenice di Venezia e successivamente al teatro Comunale di Bologna.

 

Collabora con il rettore dell’Università di Bologna e la Sorbonne e, come docente ospite, tiene un lungo ciclo di lezioni presso il D.A.M.S. di Bologna.

 

È membro del Nucleo di valutazione dell’Accademia Nazionale di Danza e membro del Consilio Superiore di Valutazione Ricerca e Università.

 

Nel 2011 tiene il corso Da Cecchetti ad Oggi presso l’Università Menendez Pelayo di Santander.

 

Nel 2012 riceve il Premio Amalfi Danza International.

 

Nel 2013 partecipa al Russian Ballet Icons Gala dedicato a Vaslav Nijinsky con il balletto Narcissus presso il Royal Ballet.

 

Nel 2017 riceve il Premio alle eccellenze della danza presso il Teatro Greco di Catania. 

 

Nel 2018 viene chiamata come membro della commissione di valutazione ANVUR.

 

Nel 2018, 2019 e 2022 è Presidente di Giuria al Concorso di Spoleto. 

 

Nel 2018 e 2019 è in tournée in Cina con Giselle e Il Lago dei cigni

 

Nel 2022 cura la coreografia de Il Lago dei cigni.

 

Nel 1999 viene nominata Direttore del ballo della Fondazione Arena di Verona, ruolo che ricopre fino al 2013; lavora intensamente sul metodo di preparazione della compagnia e a Verona, con le sue coreografie, interpreta in modo originale capolavori come CoppeliaGiselleDon ChisciotteLa Bella addormentataIl Lago dei cigniCenerentola, Il Corsaro e anche Omaggio a Rota, Nel Cuore del Novecento, Il Sogno Veneto di ShakespeareJardin aux Lilas, il balletto La Vedova Allegra e diversi Galà Internazionali; crea i movimenti coreografici per Nabucco di Verdi e Turandot di Puccini oltre alla coreografia per Don Giovanni di Mozart.

 

I suoi movimenti coreografici tornano per il 99° Opera Festival 2022 in Turandot e per la 100° edizione 2023 in Madama Butterfly di Puccini.

Biografia aggiornata ad Agosto 2023

WICHTIG! ÄNDERUNG DER AUFFÜHRUNGSZEIT 7. JUNI 2024.

„La Grande Opera Italiana Patrimonio dell'Umanità“ beginnt um 20:30 Uhr statt um 21:10 Uhr.

Einlass ist vor 20.10 Uhr möglich.

Chiudi

Soci Fondatori e Partner

Gründungsmitglieder

Major Partner Arena di Verona Opera Festival