Antonio Ghislanzoni 

Compositore (1824 - 1893)

Dopo gli studi in seminario, dal quale venne cacciato nel 1841 per condotta irriverente, Antonio Ghislanzoni si dedicò agli studi di medicina a Pavia, che ben presto abbandondò per intraprendere la carriera di baritono e per coltivare i suoi interessi letterari. Nel 1848, animato da un forte fervore mazziniano, fondò a Milano alcuni giornali repubblicani, di cui restò il direttore finché non dovette rifugiarsi in Svizzera. Mentre era in viaggio verso Roma, dove avrebbe voluto partecipare alla difesa della repubblica, Ghislanzoni venne arrestato dai francesi e confinato per breve tempo in Corsica.

A partire dal 1856, quando la sua voce di baritono lo abbandonò e la sua carriera lirica ebbe fine, Ghislanzoni intraprese un'intensa attività giornalistica nella Milano scapigliata, distinguendosi per il suo instancabile zelo e la sua creatività: fu non solo direttore dell'Italia musicale e redattore della Gazzetta musicale di Milano, ma anche il fondatore di L'uomo di pietra e della Rivista minima, a cui collaborarono A. G. Barrili, A. Boito ed E. De Amicis.

Ghislanzoni decise comunque di lasciare il giornalismo già nel 1869 e di far ritorno al suo paese natio, dove ritrovò la quiete e l'intimità per dedicarsi alla letteratura e alla stesura di libretti d'opera. Fu l'autore di diverse novelle in versi e romanzi, tra i quali ricordiamo Un suicidio a fior d'acqua (1864), Angioli nelle tenebre (1865), La contessa di Karolystria (1883), Abracadabra, Storia dell'avvenire (1884, ma iniziato vent'anni prima).

Sono invece circa 85 i libretti operistici realizzati tra cui Ednea per Catalani (1866), Aida (1870), la nuova stesura de La Forza del destino (1869) ed effettua la traduzione della versione italiana del Don Carlos per Verdi. Pubblicò anche diversi saggi musicali, tra i quali ricordiamo Reminiscenze artistiche e Gli artisti da teatro (1856).
Antonio Ghislanzoni morì a Caprino Bergamasco il 16 luglio 1893.

 
 
 
In scena
Madama ButterflyVenerdì 22 Agosto
alle ore 20:45
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner