Antonella Cannarozzi 
 

Nasce a Taranto in una famiglia di grande tradizione sartoriale, suo padre infatti era membro dell’Accademia dei Sartori. Dopo studi artistici consegue il diploma all’Accademia delle Belle Arti di Brera, nel corso di Scenografia. Sempre a Milano inizia lavorare per programmi televisivi, poi in pubblicità e come assistente ai costumi per produzioni cinematografiche, fra cui “Troppo sole” (1994) di Giuseppe Bertolucci.

Si trasferisce a Roma e firma i costumi per il lungometraggio di Roberta Torre ''Tano da morire” (1997) vincitore di tre premi alla 54ª Mostra del Cinema di Venezia 1997 e due David di Donatello 1998, ''Melissa P.'' (2005) di Luca Guadagnino, ''Provincia Meccanica'' (2006) di Stefano Mordini (in concorso al 55° Festival di Berlino), ''In memoria di me'' (2007) di Saverio Costanzo (in concorso al 57° Festival di Berlino), ''L'uomo che ama'' (2008) di Maria Sole Tognazzi (che ha aperto la 3ª edizione del Festival del Cinema di Roma), “Diarchia” (2010) cortometraggio di Ferdinando Cito Filomarino (vincitore del Premio Speciale della Giuria a Locarno 2010 e della menzione speciale al Sundance Film Festival 2010).

Nel curriculum di Antonella anche “Ecco fatto” di Gabriele Muccino, “Sangue vivo” di Edoardo Winspeare, “Fino a farti male” di Alessandro Colizzi, “Anime veloci” di Pasquale Marrazzo, “Benzina” di Monica Stambrini, “Riprendimi” di Anna Negri.

Dopo ''Io sono l'amore'' (2010) per il quale ha ottenuto la nomination per i migliori costumi ai Premi Oscar 2011, Antonella Cannarozzi ha lavorato nuovamente con Saverio Costanzo per i costumi di ''La solitudine dei numeri primi'' presentato alla Mostra del Cinema di Venezia 2010, in “Missione di pace” (2011) di Francesco Lagi con protagonisti Silvio Orlando e Alba Rohrwacher, “A fari spenti nella notte” (2011) film tv per la Rai con la regia di Anna Negri e in “Padroni di Casa” (2011) con la regia di Edoardo Gabbriellini, film che segna il ritorno di Gianni Morandi al cinema, con Valerio Mastandrea ed Elio Germano.

Per il teatro firma i costumi di due lavori di Pippo Delbono: “La Menzogna” (2008) sulla tragedia della Thyssen Krupp di Torino, spettacolo vincitore di premi e riconoscimenti internazionali, e l’attuale “Dopo la battaglia” (2011) che dopo Milano e Roma debutterà a Parigi a fine anno.

E’ tornata alla pubblicità in Aprile 2011 curando i costumi dei filmati Cartier realizzati a Parigi con la regia di Luca Guadagnino.

Nel maggio 2011 ha vinto il Premio Afrodite dedicato alle donne che si sono maggiormente distinte nell’ambito dello spettacolo. 

Novembre 2011

 
 
 
In scena
Primo Concerto RistoriSabato 18 Ottobre
alle ore 20:30
in Teatro Ristori
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner