Fabrizio Maria Carminati 
Direttore d'orchestra 

Diplomatosi in pianoforte sotto la guida di Carlo Pestalozza, Fabrizio Maria Carminati prosegue gli studi di composizione a Milano con Vittorio Fellegara. Successivamente consegue il diploma di direzione d’orchestra a pieni voti. Esordisce giovanissimo, dirigendo La Bohème di Puccini, al Teatro Regio di Torino dove collabora ininterrottamente fino al 1999 con undici titoli d’opera e svariati concerti sinfonici.

Dal 2000 al 2004 è Direttore artistico del Teatro Donizetti di Bergamo; dal 2004 al 2006 è Direttore artistico della Fondazione Arena di Verona.

Di recente, dopo il successo conseguito all’Opéra di Marsiglia con Andrea Chénier di Giordano, Cavalleria rusticana di Mascagni e I Pagliacci di Leoncavallo viene nominato Primo direttore ospite e Consigliere artistico dell’Orchestra dell’Opéra di Marsiglia.

Regolarmente invitato a dirigere nelle maggiori istituzioni teatrali nazionali ed internazionali, ha all’attivo 47 titoli d’opera che lo vedono acclamato interprete di un vasto repertorio: dal belcanto italiano, in qualità di esperto donizettiano, con Paisiello, Rossini, Bellini, Verdi, Puccini, al 900 italiano e tedesco con Leoncavallo, Giordano, Cilea, Menotti, Humperdinck ad un ricco programma sinfonico.

È ospite di alcuni fra i più importanti teatri italiani, fra i quali il Teatro dell’Opera di Roma, La Fenice di Venezia, il Maggio Musicale Fiorentino, il Carlo Felice di Genova, il Regio di Torino, il Massimo di Palermo,  il Verdi di Trieste, il Regio di Parma, il Filarmonico di Verona, il Festival Puccini di Torre del Lago.

In campo internazionale è impegnato all’Opéra di Nizza, all’Opéra di Marsiglia, all’Abao Olbe di Bilbao, al Teatro Calderon di Las Palmas, al Teatro de la Maestranza di Siviglia, all’Opéra di Lione, al Bunka Kaikan di Tokyo.

Oltre a dedicarsi al repertorio di tradizione è aperto anche alle esperienze del repertorio meno frequentato e di quello contemporaneo: dirige opere in prima esecuzione assoluta come Davide Re di Alberico Vitalini al Teatro Massimo di Palermo e il Fantasma della cabina di Marco Betta e opere di rara esecuzione come La Marescialla d’Ancre di Alessandro Nini, Zaza di Leoncavallo, Betty e I pazzi per progetto di Donizetti, Il Barbiere di Siviglia di Paisiello.

La sua discografia annovera titoli quali Le Convenienze e inconvenienze teatrali, Il Campanello, I Pazzi per progetto, Maria Stuarda (live dal Teatro La Fenice di Venezia), e Anna Bolena di Donizetti, Norma di Bellini, Fedora di Giordano.

Al Teatro Filarmonico di Verona debutta nel 1997 dirigendo Don Pasquale di Donizetti e Gianni Schicchi di Puccini.

Torna al Filarmonico per dirigere I Capuleti e i Montecchi di Bellini nell’ambito della Stagione Sinfonica 2012-2013.

Ottobre 2013

 
 
 
In scena
Ottavo Concerto FilarmonicoSabato 26 Aprile
alle ore 20:00
in Teatro Filarmonico
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookFlikrYou TubePinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner