Fabrizio Maria Carminati 
Direttore d'orchestra 

Diplomatosi in pianoforte, Fabrizio Maria Carminati prosegue gli studi di composizione a Milano e successivamente consegue il diploma di direzione d'orchestra a pieni voti.

Entra giovanissimo al Teatro Regio di Torino dove esordisce come direttore d’orchestra con La Bohème di Puccini e collabora con la Fondazione ininterrottamente fino al 1999, dirigendo 11 titoli d’opera e svariati concerti sinfonici. Successivamente entra nel C.d.A., per nomina ministeriale, dal 2001 al 2006; dal 2000 al 2004 è Direttore artistico del Teatro Donizetti di Bergamo; dal 2004 al 2006 è Direttore artistico della Fondazione Arena di Verona.

Di recente, dopo il successo conseguito all’Opéra di Marsiglia con Andrea Chénier di Giordano, Cavalleria rusticana di Mascagni e Pagliacci di Leoncavallo, viene nominato primo direttore ospite fino al 2015; di particolare interesse il progetto monografico dedicato ad Ottorino Respighi; per quanto riguarda il repertorio operistico dirige Aida di Verdi nel 2013 e La Gioconda di Ponchielli nel 2014.

Regolarmente invitato dalle maggiori istituzioni teatrali nazionali ed internazionali, ha all’attivo 45 diversi titoli d’opera che lo vedono acclamato interprete di un vasto repertorio: dal belcanto italiano, in qualità di esperto interprete donizettiano, al Novecento italiano e tedesco.

Oltre a dedicarsi al repertorio di tradizione è aperto anche alle esperienze del repertorio desueto e del Novecento contemporaneo, e dirige opere in prima esecuzione assoluta come Davide Re di Vitalini al Massimo di Palermo ed Il Fantasma della cabina di Betta/Camilleri, e opere rare come La Marescialla d’Ancre di Nini, Zazà di Leoncavallo, Betly e I Pazzi per progetto di Donizetti, Il Barbiere di Siviglia di Paisiello.

Di recente è ospite all’Opera di Montreal con La Traviata di Verdi; successivamente è impegnato con Madama Butterfly di Puccini e concerti sinfonici al Teatro Bellini di Catania ed a Mahon, Adriana Lecouvreur di Cilea all’ABAO di Bilbao, Verdiana al Teatro Massimo di Palermo, L’Amico Fritz di Mascagni al Teatro Lirico di Cagliari, Il Barbiere di Siviglia di Rossini al Maggio Musicale Fiorentino.

Tra gli impegni dell’ultimo periodo: La Gioconda di Ponchielli a Marsiglia, I Capuleti e i Montecchi di Bellini a Catania, L’Amico Fritz all’Opéra National du Rhin di Strasburgo.

Al Teatro Filarmonico dirige Don Pasquale di Donizetti nel 1997 e I Capuleti e i Montecchi nel 2013.
Torna per dirigere Lucia di Lammermoor di Donizetti, titolo inaugurale della Stagione Opera e Balletto 2014-2015 di Fondazione Arena.

Dicembre 2014

 
 
 
In scena
Lucia di LammermoorGiovedì 18 Dicembre
alle ore 20:30
in Teatro Filarmonico
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner