Gianfranco de Bosio 
Regista 

Gianfranco de Bosio è uno dei maggiori registi italiani di teatro, cinema, televisione e opera lirica del XX secolo, ancora in piena attività.


Attualmente insegna Arti e Spettacolo all’Università’ IIULM di Milano e Recitazione nei linguaggi veneti alla Scuola del Piccolo Teatro di Milano.

Con i suoi spettacoli fa conoscere a livello internazionale il teatro dell’autore/attore del Rinascimento Angelo Beolco, detto il Ruzante; realizza le prime regie di Brecht nel dopoguerra in Italia, porta sulla scena centinaia di autori, da Eschilo a Shakespeare a Machiavelli e da Calderón de la Barca a Moliere, a Goldoni e Alfieri, da Cechov a Shaw, da Pirandello ai moderni (Svevo, Sartre, Moravia, ed altri); famosa la messinscena di Se questo è un uomo di Primo Levi con la partecipazione di 50 attori di tutte le nazioni d’Europa.

Il suo film Il Terrorista è considerato un classico del cinema sulla resistenza mentre il film Moses the Lawgiver con Burt Lancaster è la prima grande produzione della RAI in lingua inglese, sceneggiata da Anthony Burgess, girata interamente in Israele. La sua attività di regista d’opera lirica si svolge in tutto il mondo: realizza la tetralogia di Wagner, opere di Monteverdi, Händel, Salieri, Mozart, Rossini, Donizetti, Gounod, Massenet, Puccini e di molti autori contemporanei.

Rivolge particolare attenzione a Verdi, rappresentando varie opere, dall’Oberto conte di San Bonifacio a Nabucco, Ernani, La Traviata, Il Trovatore, Un Ballo in maschera, Don Carlo, Aida, Otello, Falstaff. Di Nabucco e Aida effettua più di venti messinscene in Italia e all’estero, oltre ad edizioni cinematografiche e televisive. Realizza il film Tosca, girato interamente nei luoghi indicati da Puccini. Di Rigoletto e La Traviata gira versioni complete in Educational Video, prodotte dall’Istituto Internazionale per l’Opera e la Poesia, fondato dall’Unesco a Verona. L’Istituto è specializzato nell’organizzazione di Concorsi di canto seguiti da messinscene: nel 2011 l’opera prescelta è Aida con cinque rappresentazioni al Teatro Filarmonico di Verona nell’ambito della stagione 2012/2013, in collaborazione con la Fondazione Arena.

Nel 2011 Gianfranco de Bosio realizza presso l’Opera di Stato di Budapest Don Giovanni di Mozart, replicato nell’autunno 2012. Nel 2012 organizza, in collaborazione con l’Università di Verona e la Biblioteca Civica la rassegna “Giovanni Pascoli, cent’anni dopo”. È Sovrintendente dell’Ente Lirico Arena di Verona per due mandati, dal 1969 al 1972 e dal 1992 al 1998.

All’Arena di Verona debutta nel 1977 con la regia di Romeo e Giulietta di Gounod. Nel 1979 realizza Mefistofele di Boito e nel 1982, Otello di Verdi e la storica rievocazione dell’Aida del 1913, edizione con ben diciassette edizioni, portata in trasferta in Svizzera e in Germania, a Vienna, Tokyo e Israele. Nel 1987 cura la regia della Traviata e nel 1991 di Nabucco, riproposto per cinque edizioni, con le scene di Rinaldo Olivieri ed i costumi di Pasquale Grossi. Nel 2011 e nel 2012 riprende le due regie areniane di maggior successo, Aida e Nabucco.

Ritorna per il Festival del Centenario 2013 con la regia di Nabucco e di Aida, nella storica rievocazione del 1913.


giugno 2013

 
 
 
In scena
AidaMartedì 29 Luglio
alle ore 21:00
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner