Elisabetta Fiorillo 
MEZZOSOPRANO 

La carriera di Elisabetta Fiorillo inizia con il primo premio nel 1983 al Concorso “Mattia Battistini” di Rieti, dove si distingue per le sue qualità di mezzosoprano drammatico, spiccatamente verdiano. È nel segno di Verdi che infatti prende avvio la sua carriera, toccando fin dall’inizio importanti teatri italiani come La Fenice di Venezia, il San Carlo di Napoli, il Regio di Torino, il Comunale di Firenze, ovunque applaudita per le sue interpretazioni di Eboli in Don Carlo, Amneris in Aida, Preziosilla nella Forza del destino, Ulrica in Un ballo in maschera e, soprattutto, Azucena nel Trovatore, interpretato in seguito anche a Vienna, Monaco con Zubin Mehta e all’Opernhaus di Zurigo con Riccardo Chailly.
Sempre più frequenti anche le sue presenze in altri importanti teatri europei, come la Deutsche Oper di Berlino, la Staatsoper di Amburgo, la Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, il Liceu di Barcellona. È inoltre acclamata interprete del Requiem di Verdi eseguito in varie occasioni in Germania, Italia e Spagna, con direttori quali Giuseppe Sinopoli in un’esecuzione registrata su CD e Riccardo Muti, in tournée con la Scala di Milano.
Grande successo riscuote in Les Dialogues des Carmélites di Poulenc a Trieste, nel Trovatore a Monaco, Amburgo, Amsterdam, Roma, Verona con Daniel Oren, Trieste, Cagliari, Bilbao, Tokyo e Berlino; Aida a Barcellona, Deutsche Oper di Berlino, Nizza; Un ballo in maschera a Barcellona, Roma, Cremona, Monaco, Piacenza, Torino e il debutto al Covent Garden di Londra diretta da Antonio Pappano; Don Carlo a Trieste, Strasburgo, Torino e al Festival di Salisburgo; La Forza del destino alla Scala di Milano; Roberto Devereux di Donizetti a Oviedo; Norma di Bellini a Dresda; Falstaff di Verdi a Bari, Torino, Bologna, Trieste; Cavalleria rusticana di Mascagni a Madrid, Piacenza, Tokyo, Napoli e Palermo; La Gioconda di Ponchielli a Parma, Nizza e Barcellona.
Tra i suoi impegni recenti: Un ballo in maschera a Torino, Requiem di Verdi a Lecce; Falstaff a Malta e Adriana Lecouvreur di Cilea a Barcellona.

Debutta al Teatro Filarmonico nel 1992 con Il Trovatore e torna nel 2011 per Falstaff.

All’Arena di Verona debutta nel 1996 in Aida, e torna sempre per Aida nel 2000; nel 2001 interpreta Il Trovatore e nel 2005 La Gioconda.
Torna all’Arena nel ruolo di Ulrica in Un ballo in maschera, opera inaugurale del Festival 2014.

Giugno 2014

 
 
 
In scena
Secondo Concerto RistoriDomenica 26 Ottobre
alle ore 17:00
in Teatro Ristori
Clicca qui 
 
 
^Top
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona