Roberto Bolle 
Ballerino 

Formatosi alla Scuola del Teatro alla Scala di Milano, di cui è Étoile dal 2004, Roberto Bolle danza in tutti i maggiori teatri del mondo e con le compagnie più prestigiose, tra le quali l’American Ballet Theatre, il Balletto dell’Opéra di Parigi, il Balletto del Bol’šoj e del Mariinskij-Kirov, il Royal Ballet.

Nel 2002 si esibisce al Golden Jubilee della Regina Elisabetta, a Buckingham Palace, trasmesso in mondovisione dalla BBC.

Nel 2004 danza al cospetto di Sua Santità Giovanni Paolo II sul sagrato di Piazza San Pietro, a Roma, per la Giornata della Gioventù.

Nel 2006 si esibisce nella cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici Invernali di Torino, trasmessa in mondovisione.

A partire dal 2008 porta con enorme successo il suo Gala Roberto Bolle and Friends in luoghi fino ad allora mai raggiunti dalla danza: il sagrato del Duomo di Milano e Piazza Plebiscito di Napoli, seguito da un pubblico di migliaia di persone. Inoltre realizza spettacoli eccezionali nella magica cornice del Colosseo e delle Terme di Caracalla a Roma, nella Valle dei Templi di Agrigento, nella Certosa di Capri, nel Giardino di Boboli a Firenze, a Torre del Lago Puccini e in Piazza San Marco a Venezia.
Dopo il clamoroso successo di pubblico e di critica riscosso al suo esordio al Metropolitan di New York nel 2007, dove danza con Alessandra Ferri per il suo addio alle scene, nel 2009 viene nominato “Principal” dell’American Ballet Theatre entrando organicamente nella stagione della Compagnia, onore mai tributato a nessun altro ballerino italiano. Da allora, ogni anno, è tra i protagonisti della stagione dell’ABT.

Del 2010 è l’incontro con due grandi registi del calibro di Peter Greenway, che lo chiama a interpretare il simbolo dell’arte italiana nella sua installazione Italy of cities – realizzata per il padiglione italiano dell’Expo di Shangai 2010 – e Bob Wilson, il quale gli dedica uno dei suoi voom portrait, Perchance to Dream, imponente installazione multimediale inaugurata a New York sempre nel 2010.

Dal 1999 è “Ambasciatore di buona volontà” per l’UNICEF, organizzazione che sostiene partecipando a una serie numerosa e significativa di iniziative, tra cui un viaggio effettuato nel 2006 nel Sudan meridionale e uno nel novembre del 2010 nella Repubblica Centrafricana, per riportare testimonianza diretta della tragica situazione in cui versano le popolazioni di quei paesi.

Dal 2007, inoltre, collabora con il FAI - Fondo per l’Ambiente Italiano - e nel 2009 viene nominato “Young Global Leader” dal World Economic Forum di Davos.

Nel 2012 è insignito del prestigioso titolo di "Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana" conferitogli dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in virtù dei meriti acquisiti verso il Paese in campo culturale.

Nel 2013 il Gala Roberto Bolle and Friends è inserito all’interno del progetto, promosso dal Ministero degli Esteri, “2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti” e viene messo in scena presso il New York City Center di New York.

Nel 2014 riceve a Parigi la “Médaille de l’Unesco de la Diversité culturellee” per il valore universale della sua Arte.

Con la Fondazione Arena di Verona danza al Teatro Filarmonico in Giselle (2001), Stelle di oggi stelle di domani (2001), Gala d’autunno (2002), Giselle (2003), Alma Latina (2003), Romeo e Giulietta (2007). Danza anche al Teatro Romano, in Coppelia, nel 2001.

All’Arena di Verona debutta nel 1999 prendendo parte ad Aida, tornando per lo stesso titolo negli anni successivi fino al 2003; nel 2005 interpreta “La danza delle ore” nella Gioconda.

Torna nel Festival areniano 2014 in Roberto Bolle & Friends.

Luglio 2014

 
 
 
In scena
Madama ButterflyVenerdì 22 Agosto
alle ore 20:45
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner