William Joyner 
TENORE 
Nato nel North Carolina, si laurea alla Juilliard School di New York e vince numerosi premi negli Stati Uniti.

Il suo debutto europeo avviene nel corso della stagione 1997/98 al Teatro Massimo di Palermo con Roméo et Juliette di Charles Gounod.

E' poi Don José in Carmen con la Pittsburgh Opera e la New York City Opera, Rodolfo ne La Bohème con la New York City Opera e Pinkerton in Madama Butterfly con l'Opera di Omaha.

Nella stagione '98/99 debutta al Teatro alla Scala nella Manon di Massenet (nel ruolo di Des Grieux) entrando nel giro dei teatri internazionali: Théâtre du Capitole di Toulouse, Florida Grand Opera di Miami, Calgary Opera in Canada, Washington Opera.

Diretto da importanti maestri (Pappano, Jurowski, David), ha alle sue spalle anche un'importante carriera concertistica dal repertorio assai vasto (Verdi, Handel, Rossini, Mendelsshon, Beethoven), iniziata al Lincoln Center di New York e approdata l'anno scorso anche in Arena con il Requiem di Verdi.

Di spicco è stata anche la sua partecipazione alla prima rappresentazione assoluta dell'opera What next? di Eliott Carter nel ruolo di Zen alla Staatsoper Unter den Linden di Berlino con la direzione di Daniel Barenboim, riproposta successivamente a Chicago con la Chicago Symphony Orchestra e ad Amsterdam. Recentemente è stato acclamato interprete di Carmen a New Orleans, di Manon al Teatro Reál di Madrid e di Faust e Les contes d'Hoffmann alla Deutsche Oper di Berlino.

Il prossimo futuro vedrà William Joyner impegnato in Carmen a Tel Aviv ed alla New York City Opera, nella Straniera al Teatro Massimo Bellini di Catania, nella Damnation de Faust al Théâtre de la Monnaie de Bruxelles, in Madama Butterfly e Fierrabras all' Oper Frankfurt.


Agosto 2002 
 
 
In scena
Secondo Concerto RistoriSabato 25 Ottobre
alle ore 20:30
in Teatro Ristori
Clicca qui 
 
 
^Top
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona