Marco Berti 
TENORE 

Marco Berti è oggi il tenore italiano più conteso dai maggiori teatri lirici del mondo che ne apprezzano la splendida qualità della voce, il timbro "all'italiana", la potenza dell'acuto, l'innata musicalità, la padronanza scenica e la maturità artistica.


Comasco di nascita, nel 1989 si diploma in canto presso il Conservatorio "G. Verdi" di Milano. Dopo aver vinto il Concorso internazionale Giacomantonio, nel 1990 debutta a Cosenza nel ruolo di Pinkerton in Madama Butterfly di Puccini.


Da allora la sua carriera si è costantemente consolidata nei principali teatri italiani ed esteri dove interpreta, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e di critica, ruoli che ne mettono in evidenza la chiarezza del fraseggio, il timbro squillante e la voce morbida e al tempo stesso potente, da molti considerata tra le più belle del panorama lirico italiano.


Le straordinarie qualità vocali e la sapiente attenzione interpretativa, gli consentono di annoverare tra i suoi successi recenti il più impervio e complesso ruolo verdiano di Otello. Radamés, Riccardo, Adorno, Manrico, Ernani ed Otello sono le sue più acclamate interpretazioni verdiane, ma accanto ad esse è doveroso citare i ruoli pucciniani nei quali è interprete ugualmente applaudito ed apprezzato per l'eleganza vocale e la disinvoltura scenica: Calaf, Des Grieux, Pinkerton, Cavaradossi ed Edgar nell'opera omonima.


Grande successo riscuote anche nei panni di Don José, nella Carmen di Bizet, ed in quelli di Canio nei Pagliacci di Leoncavallo. Collabora con illustri direttori d’orchestra come Gianandrea Gavazzeni, Zubin Mehta, Lorin Maazel, Riccardo Muti, Antonio Pappano, Daniel Oren, James Conlon, Donato Renzetti e con celeberrimi registi, tra i quali Franco Zeffirelli, Pier Luigi Pizzi, Pier'Alli, Liliana Cavani, Luc Bondy, Ferzan Ozpetek.


Da oltre un ventennio la sua carriera è costellata di successi conseguiti nei massimi teatri lirici del mondo, dal Covent Garden di Londra al Metropolitan di New York, dal Teatro alla Scala di Milano al Liceu di Barcellona e all'Opéra di Parigi, fino agli immensi palcoscenici orientali di Tokyo e Pechino. Nel 2013 canta Il Trovatore di Verdi alla Houston Grand Opera e Tosca di Puccini alla Los Angeles Opera.


All’Arena di Verona debutta nel 2001 come Ismaele in Nabucco di Verdi, ruolo che interpreta anche nel 2002. Canta nei panni di Don José in Carmen di Bizet nel 2002, 2003, 2006, 2008, 2009 e 2012. Nel 2004 è Manrico nel Trovatore di Verdi, nel 2005 Enzo Grimaldi nella Gioconda di Ponchielli; interpreta Radamès in Aida di Verdi nel 2006, 2007, 2008, 2010, 2011 e 2012; nel 2010 è Calaf in Turandot di Puccini.

Torna per Festival del Centenario 2013 nel ruolo di Radamès in Aida, rievocazione del 1913.

 

agosto 2013

 
 
 
In scena
Ottavo Concerto FilarmonicoSabato 26 Aprile
alle ore 20:00
in Teatro Filarmonico
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookFlikrYou TubePinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner