Charles Gounod 
Compositore 1818 – 1893

Figlio d'arte, fu il secondogenito di François Louis Gounod, pittore, e di Victoire Lemachois, pianista e figlia di un famoso avvocato del parlamento normanno. Qualche anno dopo la nascita del piccolo Charles, nel 1823 la famiglia venne a trovarsi in seri problemi finanziari derivanti dalla morte del padre della Lemachois, la quale si vide costretta a dare lezioni di pianoforte per poter crescere i figli.

Nel 1829 Charles Gounod entrò al liceo Saint-Louis, terminandolo poi nel 1835, iniziando nel frattempo gli studi musicali con Reicha, coetaneo e amico di Beethoven, proseguendoli poi al Conservatorio di Parigi sotto la guida dei maestri Halévy, Paer e Lesueur.

Nel gennaio del 1831 si recò, quasi per caso, con la madre ad una rappresentazione dell'Otello di Rossini; nel 1832 fu la volta del Don Giovanni di Mozart. I due avvenimenti convinsero il giovane Gounod a diventare un compositore.

Nel 1839 si recò a Roma a Villa Medici in seguito alla vincita del Prix de Rome. Vi rimase dal 1840 al 1843, per poi spostarsi a Vienna, ove diresse il proprio Requiem, e a Lipsia, dove ebbe modo di conoscere Felix Mendelssohn.

Rientrato in patria, fu colto da una forte crisi interiore, per superare la quale trasse conforto dalla meditazione sacerdotale, vita che non intraprese mai definitivamente. E fu proprio tale profonda devozione a portarlo a scrivere moltissime opere sacre fino alla morte, tra cui la celebre Ave Maria, opera d'accompagnamento basata sul primo Preludio del Libro I del Il clavicembalo ben temperato di Bach e di canto da melodia propria.

Già autore di pezzi sacri e altro, nel 1851 avvicinò il teatro d’opera e vi militò per 30 anni, addirittura trionfando con quel Faust che è il capolavoro suo e dell’800 francese (accanto alla Carmen di Bizet). Fu autore di altra musica, dodici opere fra cui l’assiemistica e fastosa Reine de Saba (1862), la popolaresca e provinciale o meglio provenzale Mireille (1864), l’intimistico e amorosissimo Romeo et Juliette (1867).

Morì a Saint-Cloud nel 1893, dopo un'ultima revisione delle sue dodici Opere.
 
 
 
In scena
Madama ButterflyVenerdì 22 Agosto
alle ore 20:45
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner