Alessio Carbone 
Ballerino 

Nato nel 1978 a Stoccolma, Alessio Carbone nel 1991 entra alla Scuola di Danza del Teatro alla Scala di Milano, iniziando già a lavorare a quindici anni in diverse produzioni della compagnia; nel 1996, dopo avere ottenuto il diploma, prende parte a Romeo e Giulietta di MacMillan ed in seguito entra a fare parte della compagnia di ballo del Teatro alla Scala.

Nel 1997 viene ammesso nel corpo di ballo dell’Opéra national di Parigi e nel 2002 viene nominato Primo Ballerino. Interprete del repertorio contemporaneo, nel suo carnet non mancano i maggiori ruoli classici: Paquita di Lacotte; Bayadère, Romeo e Giulietta, Lago dei cigni, Cenerentola, Don Quichotte, Schiaccianoci di Nureyev; Clavigo e L’Arlesienne di Petit; Appartement di Mats Ek; Quattro temperamenti, Palais de cristal, Agon, Le fils prodigue, Rubis, Emeraudes e Concerto Barocco di Balanchine; Un trait d’union di Prejlocaj; Doux mensonges, Kaguyahime e Bella Figura di Kylian; Pavane di Michel Kelemenis; Variations pour une porte et un soupir e Le Mandarin merveilleux di Bejart; Coppelia di Bart; Approximate Sonata e Artifact Suite di Forsythe; White Darkness di Nacho Duato; Les enfants du paradis di José Martinez; The Concert e Dances at the gathering di Robbins; Suite en blanc di Lifar; La Terza Sinfonia di Mahler di Neumeier; L’Histoire de Manon di Mac Millan; Petruska di Fokine; Le Sacre du Printemps di Pina Bausch. È spesso ospite dei più importanti corpi di ballo internazionali: con il Balletto Nazionale di Marsiglia danza Don Quichotte nella versione di Pietragalla, e nella versione di Grigorovich in occasione del Festival Nureyev in Russia; all’Opera di Roma interpreta Romeo e Giulietta rivisitato da Carla Fracci e Peer Gyunt nella creazione di Renato Zanella; è Lo schiavo nel Corsaro e prende parte ad Aria Tango e Gattopardo creazioni di Micha Van Hoecke; al Comunale di Firenze e all’Opera di Tallinn è James nella Sylphide di Bournonville; al Teatro Reale Danese di Copenaghen interpreta lo Schiaccianoci nella versione di Kenneth Greve, e Don Quichotte nell’adattamento di Alicia Alonso; al Teatro Massimo di Palermo partecipa alla produzione di Luciano Cannito I have a Dream, alla Bella Addormentata nella versione di Kolpakova e allo Schiaccianoci nella trasposizione di Amedeo Amodio. Numerosi i premi e i riconoscimenti ricevuti: “Rotary Club” nel 1996; “Leonide Massine” nel 1997 e nel 2006; il primo premio categoria classica ed il premio speciale della giuria al Concorso internazionale di Perugia nel 1998; “Danza e Danza” nel 2000; “Les Etoiles de Ballet” nel 2000 e 2006; “Ballet Star of the XXI Century” a New York e “Gino Tani” nel 2005; il premio della provincia di Catania nel 2007; partecipa inoltre a numerosi gala internazionali.

Debutta al Teatro Filarmonico di Verona nello spettacolo di danza Barocco Remix: Casanova di Mauro de Candia per la Stagione Opera e Balletto 2013-2014.

 

Marzo 2014



 
 
 
In scena
Un Ballo in mascheraGiovedì 24 Luglio
alle ore 21:00
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner