Ekaterina Semenchuk 
MEZZOSOPRANO 

Ekaterina Semenchuk studia al Conservatorio di San Pietroburgo.

Nel corso della sua carriera interpreta Marina in Boris Godunov di Musorgskij, Polina in Pique Dame di Čajkovskij al Metropolitan Opera di New York e alla Staatsoper di Berlino diretta da Daniel Barenboim, Azucena nel Trovatore di Verdi a Valencia con Zubin Mehta, Olga in Evgenij Onegin di Čajkovskij alla Royal Opera House Covent Garden di Londra, Preziosilla nella Forza del Destino di Verdi alla Staatsoper di Berlino.

Con Valery Gergiev canta nel ruolo di Didone in Les Troyens di Berlioz al Teatro Mariinskij di San Pietroburgo, alla Carnegie Hall di New York, alla Suntory Hall di Tokyo e alla Konzerthaus di Vienna. All’Opera di Los Angeles interpreta Fricka in Die Walküre di Wagner.

Recentemente debutta al Festival di Salisburgo nei panni di Eboli in una nuova produzione di Don Carlo di Verdi con la direzione di Antonio Pappano.

Per quanto riguarda il repertorio concertistico prende parte ad un recital dedicato a Šostakovič alla Konzerthaus di Vienna ed a Čajkovskij alla Wigmore Hall di Londra; canta il Requiem di Verdi con Gustavo Dudamel, Das Klagende Lied di Mahler al Ravinia Festival con James Conlon e la Chicago Symphony Orchestra, Aleksander Nevskij di Prokof’ev all’Accademia Santa Cecilia di Roma con la direzione di Vasily Petrenko; al Concertgebouw di Amsterdam e alla Konzerthaus di Vienna esegue La Mort de Cléopâtre di Berlioz diretta da Gergiev.

Fra le produzioni più significative si segnala: La Gioconda di Ponchielli con la direzione di Roberto Abbado e Samson et Dalila di Saint-Saëns diretta da Charles Dutoit al Teatro dell’Opera di Roma; il Requiem di Dvořák con l’Orchestre de Paris e Roméo et Juliette di Berlioz al Teatro alla Scala di Milano con la direzione di Conlon; Benvenuto Cellini di Berlioz al Théâtre des Champs-Élysées con Gergiev, Aida di Verdi alla Scala con Gianandrea Noseda e Pier Giorgio Morandi.

Tra le sue incisioni ricordiamo: Oedipus Rex di Stravinsky con Gergiev, Magnificat e Gloria di Sarti con Mattia Rondelli.

Nel 2005 si esibisce al matrimonio di Sua Altezza Reale Carlo Principe del Galles con Camilla Parker Bowles, interpretando il Credo di Alexander Grechaninov.

Debutta sul palcoscenico del Teatro Filarmonico di Verona in occasione del Concerto di Pasqua, interpretando lo Stabat Mater di Rossini nell’ambito della Stagione Sinfonica 2013-2014 della Fondazione Arena di Verona.



aprile 2014


 
 
 
In scena
Ottavo Concerto FilarmonicoSabato 26 Aprile
alle ore 20:00
in Teatro Filarmonico
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookFlikrYou TubePinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner