Francesco Torrigiani 

Francesco Torrigiani è nato a Livorno da un matematico e una storica dell’arte, che lo hanno educato sin dalla prima infanzia all’arte del suono e dell’immagine. Nella sua città natale ha compiuto studi classici e musicali e si è diplomato in fagotto, così che le sue prime esperienze artistiche professionali sono state di carattere musicale: in orchestra, in musica da camera, e come solista.
A partire dalla sua sensibilità di musicista - dalla quale non può prescindere per ogni aspetto del suo fare teatro - ha percorso il suo apprendistato al palcoscenico con maestri tra i quali Gruber, Puecher, Bolognini, De Simone, Samaritani, Fo e Federico Tiezzi, del quale è fino ad oggi divenuto assistente. Debutta come regista con una Turandot di Puccini a Malaga. Firma poi Giannina e Bernardone di Cimarosa a Rovereto e l’intera trilogia mozartiana per il Teatro Vittorio Emanuele di Messina dal 1999 al 2002. Per una coproduzione tra il Teatro Metastasio di Prato, la Biennale di Venezia, l’Accademia Chigiana di Siena ed il Teatro Grande di Brescia ha curato la regia di Don Perlinplin di Bruno Maderna, in Stagione al Teatro Rossetti di Trieste. Nel repertorio delle sue regie liriche trovano posto anche La Bohème di Puccini, Il barbiere di Siviglia di Paisiello e di Rossini e Il cappello di paglia di Firenze di Rota, Ginevra di Scozia di Mayr e il dittico Cavalleria rusticana - Pagliacci. Per la Fondazione Goldoni di Livorno ha curato dalla stagione 2006-07 la regia, in lirica, di Mascagni in scena – 3 ultimi atti di Mascagni ed in prosa di L’alba il giorno e la notte di Dario Niccodemi, Scene da Romeo e Giulietta e Sogno di una notte di mezz’estate di Shakespeare, Antigone di Sofocle. Nel 2010 ha firmato la regia de La serva Padrona di G.B. Pergolesi nella cornice del Teatro Olimpico di Vicenza e di Cavalleria Rusticana a Savona per l’inaugurazione della Stagione Estiva del Teatro dell’Opera Giocosa; nello stesso anno - per la prosa - ha firmato la regia de I giganti della montagna di Luigi Pirandello per il Teatro C. Goldoni di Livorno.
Da sempre ha accompagnato la sua attività di palcoscenico con la carriera organizzativa, che lo ha visto Responsabile dell’Ufficio Stampa e promozione della Compagnia di teatro Sipario di Cascina (PI), Responsabile dei servizi musicali dell’ORT-Orchestra della Toscana e Segretario artistico del Teatro dell’Opera di Roma. Attualmente è consulente per l’area artistica e produttiva della Fondazione Teatro Carlo Goldoni di Livorno.
Dal 1992 al 2007, dopo aver vinto al primo posto in Italia il concorso nazionale a cattedre, è stato docente di ruolo di arte scenica al Conservatorio G. Rossini di Pesaro, per gli allievi del quale ha curato la messinscena di - tra l’altro - Dido and Aeneas di H. Purcell, Il Ballo delle ingrate e Il combattimento di Tancredi et Clorinda di Claudio Monteverdi. Dall’anno accademico 2007-08 ricopre la stessa cattedra presso il Conservatorio L. Cherubini di Firenze.

Novembre 2010

 
 
 
In scena
Settimo Concerto FilarmonicoVenerdì 18 Aprile
alle ore 17:00
in Teatro Filarmonico
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookFlikrYou TubePinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner