Giuseppe Albanese 

Giuseppe  Albanese, Premio “Venezia” 1997 all’unanimità e Premio “Vendome” 2003, si diploma in pianoforte a 17 anni al Conservatorio Gioachino Rossini di Pesaro con lode e menzione d’onore; a 23 anni consegue il Master all’Accademia di Imola e a 25 anni è docente universitario di Metodologia della comunicazione musicale.

Si esibisce regolarmente in prestigiose sale da concerto internazionali quali il Metropolitan Museum, la Rockefeller University e la Steinway Hall di New York, il Cenart di Mexico City, l'Auditorium Amijai di Buenos Aires, il Konzerthaus di Berlino, la Laeiszhalle di Amburgo, la Philharmonie di Essen, il Mozarteum di Salisburgo, St Martin-in-the-Fields e la Steinway Hall di Londra, la Salle Cortot di Parigi, la Filharmonia Narodowa di Varsavia, la Filarmonica Slovena  di Lubiana, la Gulbenkian di Lisbona.

Collabora con direttori del calibro di Christian Arming, James Conlon, Lawrence Foster, Will Humburg, Dmitri Jurowski, Julian Kovatchev, Alain Lombard, Nicola Luisotti, Anton Nanut, Tomáš Netopil, George Pehlivanian, Donato Renzetti, Hubert Soudant, Pinchas Steinberg, Michel Tabachnik, Juraj Valcuha, Jonathan Webb.

In Italia si esibisce all’Auditorium Parco della Musica di Roma, agli Arcimboldi, all’Auditorium Verdi e al Dal Verme di Milano, all’Auditorium Toscanini della RAI e al Lingotto di Torino, ed è l’unico pianista della sua generazione ad essere invitato da ben undici Fondazioni Liriche: Petruzzelli di Bari, Comunale di Bologna, Lirico di Cagliari, Maggio Musicale Fiorentino, Carlo Felice di Genova, San Carlo di Napoli, Massimo di Palermo, Opera di Roma, Verdi di Trieste, Fenice di Venezia, Arena di Verona.

Di particolare rilievo gli inviti per un recital monografico su Liszt al Festival MITO Settembre Musica e al Winter Arts Square Festival di Yuri Temirkanov a San Pietroburgo.

Tra le ultime incisioni realizzate, singolare successo riscuote il CD monografico con musiche di Debussy, pubblicato con una rivista di settore in occasione dell’anniversario dei 150 anni della nascita del compositore francese.

Debutta al Teatro Filarmonico di Verona nel 2010, torna nel 2013 e prende parte alla Stagione Sinfonica 2013-2014 come solista nel Concerto per pianoforte e orchestra n. 3 op. 26 in do maggiore di Sergej Prokof’ev.

Gennaio 2014



 
 
 
In scena
AidaMartedì 29 Luglio
alle ore 21:00
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner