Denys Ganio 
Ballerino 

Nato ad Avignone a dodici anni Denys Ganio studia danza alla scuola dell’Opéra di Parigi sotto la guida di Raymond Franchetti. A sedici anni fa già parte del corpo di ballo dell’Opéra e arricchisce la sua formazione artistico-professionale con la partecipazione ai grandi balletti del repertorio classico.

A diciannove anni lascia la compagnia dell’Opéra per recarsi a Marsiglia, dove si esibisce con Rosella Hightower in Don Chisciotte e in seguito con Rudolf Nureyev nella Bella addormentata.

Nel 1972 incontra Roland Petit, in procinto di creare il Ballet de Marseille, ed entra a far parte della compagnia come étoile. Per quasi vent’anni interpreta praticamente tutti i ruoli principali delle creazioni di Roland Petit, molte delle quali concepite espressamente per lui: il poeta Majakovskij in Allumez les étoiles, Proust in Les intermittences du cœur, lo Schiaccianoci in Casse-noisette, Johann in La chauve-souris, le jeune homme in Les amours de Franz, il fauno in Prelude à L’Apres-midi d’un faune, Heathcliff in Les hauts de Hurlevent, Pelleas in Pelleas et Mélisande symphonie, l’Autunno in Les quatre saisons, il pas de deux de l’Ombre e la Lumiere, le jeune homme in Symphonie Fantastique, il marchese di Carabas in Le chat botté, il diavolo in Diable amoureux, il pas des deux da Thaïs in Ma Pavlova, l’assolo in Blues e molti altri ancora.
Effettua tournée in tutto il mondo, sia con i Ballets de Marseille che come solista, partecipando a creazioni speciali nei teatri più prestigiosi come l’Opéra di Parigi, dove interpreta nel 1976 Nuit transfigurée accanto a Ghislaine Thesmar, la Scala di Milano dove danza Il Mandarino meraviglioso con Luciana Savignano e la direzione d’orchestra del maestro Claudio Abbado.
Nel 1986 con il Ballet de Nancy prende parte ad una tournée in Unione Sovietica, dove danza con Maya Plisetskaya in Fedra e Suite en blanc coreografia di Serge Lifar e in Miss Julie coreografia di Birgit Cullerg. Invitato più volte dal London Festival Ballet e dal Festival di Chicago danza Carmen, Proust e Bach Sonate, con Natalia Makarova e Dominique Khalfouni. Partecipa, sempre con Makarova al festival di Filadelfia e si esibisce in Messico. Effettua la tournée des étoiles de l’Opéra in Brasile, Argentina, Uruguay.
Invitato a far parte della Makarova and Company, compagnia diretta da Natalia Makarova che riunisce accanto a sé i più grandi ballerini, danza in Vendetta, Ondine e Bach Sonate.
Partecipa al Festival Mondial de la Danse che si tiene a Tokyo ogni tre anni e danza in moltissimi Gala internazionali.
Come collaboratore di Roland Petit è invitato dai più importanti teatri d’Europa per riallestire i balletti del repertorio della compagnia di Marsiglia. Con i Ballets de Marseille effettua tournée in America a New York, Washington, Los Angeles, dove interpreta Proust, Coppelia, Chauve-souris, Notre dame de Paris accanto a Dominique Khalfouni, Natalia Makarova, Zizi Jeanmaire. Numerose le tournée in Canada, a Toronto e Montreal, dove partecipa al prestigioso Don des Étoiles nel 1989 e nel 1991.
In Italia si esibisce con i Ballets de Marseille e come étoile invitato. All’Opera di Roma interpreta La Dama di picche, Notre dame de Paris, Soirée Debussy, Ma Pavlova e partecipa a numerosi Gala e festival estivi. A Firenze si esibisce con Makarova e Carla Fracci, e prende parte alle produzioni di Beppe Menegatti a Palermo, Venezia e Milano. Partecipa inoltre a numerose trasmissioni televisive come Fantastico, Europa Europa, Le divine, Gala della Croce Rossa, Festival del Cinema a Venezia.
Realizza per la BBC il film Natasha con Makarova e Dance and dancers con Peter Schaufuss, per la tv giapponese Notre dame de Paris con Khalfouni e La chauve-souris con Jeanmaire.
Nel 1991 viene invitato dal Béjart Ballet Lausanne per interpretare Morte a Vienna, Mozart Tango, Pyramide a Losanna e in tournée a Barcellona, Stoccarda, Bruxelles, Parigi, Palermo, Bologna.
Danza con le più prestigiose étoiles del mondo, tra le quali Natalia Makarova, Maya Plisetskaya, Dominique Khalfouni, Carla Fracci, Ghislaine Thesmar, Loipa Araujo, Nòella Pontois, Karen Kain, Elisabetta Terabust, Luciana Savignano, Zizi Jeanmaire.
La sua popolarità in Francia e altrove è tale che il regista Roman Polański lo sceglie per un film pubblicitario, apparso sia al cinema che alla televisione.
È stato professore e coreografo invitato all’Accademia Nazionale di Danza di Roma, Direttore Artistico del Festival dell’Infiorata a Genzano e Direttore Artistico della compagnia Il Balletto di Milano, per la quale crea Aspettando Godot da Samuel Beckett e Una rosa per Jorge ispirato alla figura del grande danzatore Jorge Donn prematuramente scomparso.
Nel 1995 crea e dirige la Maison de la Danse, centro internazionale di danza dove si svolgono corsi di formazione nella tecnica classica e di perfezionamento, per la quale realizza il balletto Alice su musica dei Pink Floyd.
Nel 1987 il Ministero della Cultura francese lo nomina Chevalier des arts et lettres.
Nel quadro degli scambi culturali Francia-Romania è rappresentante del suo paese per la danza.

Con Fondazione Arena debutta nel ruolo di Don Quixote nell’omonimo balletto per la stagione invernale 2008/2009 del Teatro Filarmonico a Verona e interpreta la creazione Malgré tout dello spettacolo Nel cuore del Novecento.

Realizza le coreografie di Omaggio a Roland Petit, spettacolo in scena al Teatro Filarmonico di Verona per la Stagione di balletto 2012-2013 della Fondazione Arena.


marzo 2013

 
 
 
In scena
TurandotMercoledì 30 Luglio
alle ore 21:00
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner