Natasha Korsakova 
Musicista 
Natasha Korsakova, definita dal Frankfurter Allgemeine “talento d'eccezione” si è subito distinta per la tecnica incredibile, il bellissimo suono e le interpretazioni accattivanti, conquistandosi - in breve tempo - un ruolo di primo piano fra i violinisti della sua generazione. Il prestigioso giornale “Süddeutsche Zeitung” ha descritto uno dei suoi concerti un piacere per i sensi.

La giovane violinista di origini greco-russe nasce a Mosca ed è figlia d'arte.
Discendente dal compositore Nikolai Rismky-Korsakov, inizia a suonare il violino all'età di 5 anni. Studia - in primo luogo - con il nonno Boris Korsakov, ed in seguito, con il padre, il rinomato virtuoso del violino Andrej Korsakov presso la scuola del Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Dopo la prematura scomparsa del padre, continua gli studi con Ulf Klausenitzer a Norimberga e con Saschko Gawriloff a Colonia, riuscendo senza difficoltà nella difficile transizione da enfant prodige ad artista adulta.

Attualmente, risiede in Germania ed è ospite regolare dei festivals di Ludwigsburg, Tempo Barocco di Bergamo, Liechfield, Mecklenburg-Vorpommern, Schleswig-Holstein, Bad Kissinger, Asolo Musica, Festival di Lockenhaus invitata da Gidon Kremer. Suona in alcune delle sale di concerto piú rinomate del mondo : Sala Grande del Conservatorio di Mosca, Berliner Philharmonie, Gewandhaus di Lipsia, Tokyo Suntory Hall, Kölner Philharmonie, Concertgebouw di Amsterdam, Wigmore Hall di Londra, Accademia di Santa Cecilia a Roma, Alte Oper di Francoforte. Nel 2000 partecipa a Parigi ad un concerto galà in onore di Dimitri Schostakowitsch su invito di Irina Schostakowitsch; nel 2004 esegue il concerto di Tschaikowsky a Berlino in occasione del 15° anniversario della “caduta del Muro” .

I direttori d'orchestra con i quali ha collaborato e, collabora, includono Mstislav Rostropovich, Alun Francis, Marc Soustrot, Philippe Auguin, Georg Fritzsch, John Neschling, Markus Bloch, Friedrich Haider. Nella veste di Solista suona insieme all'Orquesta Filarmonica de Oviedo, la Dutch Radio Orchestra, Klassische Philharmonisch Bonn, Bayer. Kammerorchester, Filarmonica di Mosca, European Union Chamber Orchestra, l’orchestra Filarmonica di Aquisggrana, l’ Orquesta sinfonica de Chile., Orchestra del Estado de Mexico, e l’Orquesta de la Universidad , Mexico/OFUNAM.

Nel 1998 è stata nominata Artista dell'anno in Cile, dove tiene ogni anno corsi di specializzazione presso l'Università di musica di Santiago. Molto apprezzata negli USA, ha suonato a New York e Chicago e ritorna nel 2009.

Appassionata musicista di musica da camera, suona con Saschko Gawriloff, Uto Ughi, José Gallardo, Kira Ratner, Norman Shetler, Francoise Groben , Adrienne Krausz , Simone Soldati, Gabriele Ragghianti.

Momenti salienti della stagione 2007/08 sono stati il concerto eseguito al Palazzo del Quirinale di Roma alla presenza del presidente della Repubblica italiana ed i quattro concerti presso il Kunsthistorisches Museum di Vienna, eseguito, in questa occasione, sul leggendario Guarnieri del Gesù, “ex-Menuhin”.

Musicista curiosa , ama anche qualche incursione nel repertorio cross-over; il 6 giugno 2008 esegue a Vienna (Karlsplatz) la “Timelight-Symphonie” diretta dal compositore e produttore austriaco Erwin Kiennast, trasmesso dalla TV austriaca la sera prima dell'inaugurazione ufficiale del Campionato europeo di Calcio.
La stagione 2008/09 include concerti con l'Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, Orchestra dell’Arena di Verona, con la quale esegue il concerto per Violino ed Orchestra di fiati di Kurt Weil. Inoltre l’ Iceland Symphony Orchestra, Philharmonisches Orchester Mainz., Philharmonisches Orchester Plauen-Zwieckau (Germania), North Czech Philharmonie. Il 30 Giugno 2008 ha ricevuto il prestigioso Premio Sirmione-Catullo come Artista dell'Anno in Italia, il concerto/cerimonia della consegna è stato trasmesso da RAI-Uno (TV) il 4 Luglio 2008.

Suona un violino Panormo (ca 1770) messo a sua disposizione dalla Fondazione della “Mannheimer Versicherung”.

Natasha Korsakova è particolarmente legata all'Italia, anche per ragioni familiari: sua madre, la pianista Yolanta Miroshnikova, ha sposato il giornalista e scrittore Antonio Caprarica. Dal 2005, è testimonial di Laura Biagiotti “Prêt- à-Porter” e durante i suoi concerti indossa gli abiti della stilista romana.

aggiornamento marzo 2009 
 
 
In scena
AidaMercoledì 23 Luglio
alle ore 21:00
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner