Evgenij Poliakov 

Coreografo

Nato a Mosca, Evgenij Poliakov entra a far parte della Scuola del Teatro Bol'soj, dove si diploma con il maestro Ermalaev, ex-danzatore del Kirov di Leningrado. Dopo aver collaborato come primo ballerino con il Corpo di Ballo di Novosibirsk, torna a Mosca come insegnante alla Scuola del Teatro Bol'soj, dove rimane per sette anni.

Trasferitosi in Italia, inizia la sua attività di maître de ballet e di coreografo al Teatro La Fenice di Venezia dove firma nuove produzioni di Giselle e Francesca da Rimini, per passare poi al Teatro Comunale di Firenze: per il Corpo di Ballo del Maggio crea i balletti Tema con variazioni, Andante pomeridiano, Rideau réversible, Computer Valzer, Le baiser de la fée. Ripropone anche grandi classici della danza fra cui Giselle (1980): la sua versione, più volte ripresa a Firenze, ha avuto come protagonisti, Ghislaine Thesmar, Carla Fracci, Sylvie Guillem, Alessandra Ferri, Florence Clerc, Alexander Godunov, Rudolf Nureyev, Gheorge Jancu, Umberto De Luca, Alen Bottaini. Negli anni del suo primo soggiorno fiorentino collabora come coreografo anche con il Collettivo di Danza Contemporanea (Correspondance, Gran cru).

Dopo Firenze, passa a svolgere la propria attività di maître de ballet a Parigi, invitato da Massimo Bogianckino e da Rudolf Nureyev all'Opéra. Sempre a Parigi partecipa al Ballet du Louvre. Negli anni '80 collabora inoltre, nella veste di coreografo principale, con il Balletto di Toscana (Percorsi di una passeggiata, Sintonie). Nel settembre '88 torna alla guida del Corpo di Ballo del Maggio Musicale Fiorentino (Maggio Danza). Per questa compagnia allestisce, oltre a una fortunata produzione dello Schiaccianoci ('83), più volte ripresa negli anni, numerosi titoli: La Signora delle camelie, Follia, Cenerentola di Prokof'ev (dicembre '91) e Melodramma (giugno '92).

Nell'autunno del '92 realizza per MaggioDanza Coppelia, con un nuovo allestimento scenico firmato dal pittore spagnolo Sigfrido Martin Begué (protagonisti Florence Clerc ed Eric Vu-An), riscuotendo grande successo di pubblico e critica in Italia e in Spagna; nell'inverno del '93 ripropone, sempre con MaggioDanza, Il Lago dei cigni, protagonisti ancora Florence Clerc ed Eric Vu-An. Nel febbraio '95 crea La Ronde, liberamente tratto da Schnitzler, su musica di Matteo d'Amico (più volte riproposto da MaggioDanza negli anni seguenti).

Collabora come coreografo anche con il Teatro dell'Opera di Roma (Il Lago dei cigni, Caracalla '82) e riallestisce balletti classici e propri lavori a Vienna, Pechino, Wellington (Nuova Zelanda), Melbourne, New York, Londra e Stoccolma. Nel dicembre '95 lascia la direzione artistica di MaggioDanza e torna a Parigi come maître de ballet all'Opéra. Muore nella capitale francese il 24 ottobre 1996.

Dicembre 2002

 
 
 
In scena
AidaDomenica 31 Agosto
alle ore 20:45
in Arena
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner