Irina Mishura 
MEZZOSOPRANO 
In poco tempo il mezzosoprano Irina Mishura, originaria della Russia, è riuscita ad affermarsi come una delle interpreti più stimate sulla scena operistica e concertistica del giorno d'oggi.

Irina Mishura ha inaugurato la stagione 2001-2002 con il suo ritorno al Michigan Opera Theatre con alcuni spettacoli nel ruolo principale in Carmen. Il mezzosoprano si è poi esibito nei Canti dalla poesia popolare ebraica di Šostakovic con la New World Symphony e Michael Tilson Thomas. Si è recato in Europa per interpretare il ruolo di Eboli in una nuova produzione del Don Carlos con l'Oper der Stadt Köln per poi far ritorno al Metropolitan Opera per la replica degli spettacoli nel ruolo di Maddalena in Rigoletto. Ha fatto ritorno in Europa per ulteriori rappresentazioni di Carmen con la Finish National Opera e per il suo debutto italiano nella celebre Arena di Verona. Irina Mishura ha chiuso la stagione con il suo debutto al Grand Théâtre di Ginevra nel ruolo della principessa Eboli di Verdi.
Durante la stagione 2000-2001 Irina Mishura ha debuttato al Metropolitan nella parte di Dalila in Samson et Dalila accanto a Placido Domingo. Sempre con il Metropolitan nella stessa stagione ha partecipato ad altre rappresentazioni nel ruolo principale in Carmen e nel ruolo di Azucena in una nuova produzione de Il trovatore. Nella stagione 2000-2001 il ruolo di Azucena le ha offerto l'occasione di debuttare con la Washington Opera in spettacoli diretti da Placido Domingo. Il mezzosoprano è tornato poi anche al Bayerische Staatsoperdi Monaco per interpretare Amneris in Aida, e ha fatto il suo terzo debutto della stagione con l'Opernhaus di Zurigo nel ruolo di Azucena. La stagione di Irina Mishura si è conclusa con esibizioni nel ruolo di Dalila e di Maddalena durante il tour giapponese del Metropolitan.
Irina Mishura è molto amata e conosciuta dal pubblico americano ed europeo. In seguito al grande successo riscosso con il suo debutto allo Staatsoper di Vienna nel ruolo principale in Carmen, la cantante è stata immediatamente scritturata per numerose altre esibizioni, come per esempio nella parte di Amneris durante la stessa stagione e prossimamente di nuovo in Carmen, che ha interpretato anche per il suo debutto al Bayerische Staatsoper, dove è stata subito ingaggiata per altre rappresentazioni nello stesso ruolo. Irina Mishura si è presentata al pubblico italiano per la prima volta nel ruolo di Principessa de Bouillon nella Adriana Lecouvreur di Cilea a Trieste. Anche il ruolo di Carmen le ha offerto un'occasione di debutto alla Finish National Opera. Per le sue prime esibizioni al Teatro San Carlo di Lisbona ha interpretato il ruolo di Amneris, mentre al suo debutto con la New Israeli Opera si è esibita in Dalila.

Irina Mishura ha debuttato con la San Francisco Opera nel ruolo principale in Carmen, parte che ha riproposto anche alla Florida Grand Opera. Sempre come Amneris, il mezzosoprano ha fatto la sua prima apparizione anche alla Dallas Opera, dove è presto tornata per le sue prime esibizioni nel ruolo di Fricka in Die Walküre a fianco di James Morris. Il pubblico Toronto ha potuto ammirare per la prima volta Irina Mishura nel ruolo di Azucena con la Canadian Opera Company, per la quale nel 1999 ha vinto il premio Dora Mavor Moore come migliore interprete. Irina Mishura si è esibita anche al Michigan Opera Theater con la maggior parte dei ruoli principali da lei interpretati: Amneris, Carmen e Dalila. Ha cantato la parte di Carmen con la Baltimore Opera, e quella di Dalila con la Cincinnati Opera, la Toledo Opera e la New Orleans Opera. Ha cantato come Azucena alla New Orleans Opera e alla Santa Barbara Opera e successivamente come Amneris per il suo debutto all'Aspen Music Festival e alla Portland Opera. Alla Baltimore Opera si ha assistito alle sue prime esibizioni nel ruolo di Adalgisa in Norma. Per quanto riguarda l'attività concertistica, Irina Mishura ha partecipato con la Jerusalem Symphony ad un programma di arie e duetti tratte dalle opere di Verdi e con la Canadian Opera Company ad un concerto di gala con arie e scene operistiche.

Nel 1992 Irina Mishura si è trasferita negli Stati Uniti, dove in poco tempo è stata ingaggiata da Neeme Järvi per interpretare La fanciulla di neve di Tchaikovsky con la Detroit Symphony e per una registrazione per la Chandos Records. Subito è seguito il suo debutto con la Los Angeles Philharmonic sotto la direzione di Valere Gergiev. Irina Mishura ha debuttato poi con la Philadelphia Orchestra partecipando a rappresentazioni dell'Alexander Nevsky di Prokofiev. L'acclamata solista Irina Mishura si è ampiamente esibita in Russia e in America Settentrionale, specializzandosi nel repertorio di canti dei maestri russi. Le sue registrazioni di canti russi accompagnati dal pianista Valéry Ryvkin, suo collaboratore da lungo tempo, sono state distribuite dalla VAI Records.
Nata a Krasnodar in Russia, Irina Mishura ha completato i suoi studi musicali presso il prestigioso Gnesinikh Music Institute, dove ha conseguito un dottorato in arti vocali.

Ha esordito sul palcoscenico operistico esibendosi alla Moldavian State Opera, dove si è guadagnata la posizione di prima mezzosoprano interpretando Carmen, Amneris, Azucena, Adalgisa, Ulrica in Un ballo in maschera e la Principessa Eboli in Don Carlos, e cantando i brani più rappresentativi del repertorio russo - Marina in Boris Godunov, Marfa in Khovanshchina, Pauline in Pique Dame, Olga in Eugene Onegin, e Lyubasha in La sposa dello zar. Irina Mishura si è esibita anche con le compagnie operistiche di Antwerp, Brussels e Liège in Belgio, e a Izmir in Turchia.

Agosto 2003

 
 
 
In scena
Primo Concerto RistoriSabato 18 Ottobre
alle ore 20:30
in Teatro Ristori
Clicca qui 
 
 
^Top
Call Center
SEGUICI ANCHE SUI NOSTRI CANALI SOCIALI
FacebookYou TubeTwitterPinterestPinterestFoursquareArena di Verona
Major Partner
Unicredit
Automotive Partner
VOLKSWAGEN
Official Sponsor
Intimissimi
Mobility Partner
Megliointreno
Official Partner